Millennial e uno dei più gravi errori della storia degli investimenti che stanno facendo. Forse

Perché i millennial preferiscono il denaro contante quando invece il mercato azionario rappresenta un'alternativa migliore per gli investimenti a lungo termine?

Millennial e uno dei più gravi errori de

Sì ai contanti, no ad azioni

Ci sarebbe un piccolo ma decisivo errore che i millennial starebbero continuamente compiendo: quello di mettere soldi da parte per il futuro attraverso investimenti liquidi e con la promessa di non toccarli per almeno un decennio. Siamo insomma davanti a un versione aggiornata del classico salvadanaio a forma di porcellino. Vista anche da un altro punto di vista, dimostrano un'intolleranza al rischio che potrebbe costare loro caro quando smetteranno di lavorare. Sarà per via della più devastante crisi finanziaria in quasi un secolo, ma la propensione dei millennial per la sicurezza del contante smentisce il loro bisogno di creare ricchezza nel lungo periodo. Azioni e obbligazioni non sono presi in considerazioni.

Sì ai contanti, no ad azioni e obbligazioni

Perché i millennial preferiscono il denaro contante quando invece il mercato azionario rappresenta un'alternativa migliore per gli investimenti a lungo termine? Non dimentichiamo che molti di loro hanno raggiunto la maggiore età intorno alla crisi finanziaria del 2008 Il report di Bankrate.com parla chiaro: nessuno come loro preferisce ricorrere agli investimenti liquidi per mettere da parte i soldi. Più esattamente, 3 Millennials su 10 sostengono di non avere dubbi: il denaro è il loro investimento preferito a lungo termine. Ma secondo Greg McBride, CFA, Bankrate Chief Financial Analyst, per orizzonti di investimento superiori a 10 anni, il mercato azionario è un investimento del tutto appropriato. A

l contrario, i contanti non lo sono, soprattutto per chi è alla ricerca di rendimenti più competitivi e remunerativi. Alla base di queste scelte ci sono ragioni di tipo pratico e psicologico: i millennial sono affascinati dal denaro contante perché ne hanno un disperato bisogno. Non è un caso che, rispetto alle generazioni precedenti, rimandano la formazione di una famiglia a causa dei livelli record di debito dei prestiti agli studenti e degli alti costi abitativi. Ma poi c'è anche una questione di scarsa conoscenza perché basterebbe poco per informarsi, anche senza fare riferimento a un consulente esperto in materia, per rendersi conto come le alternative siano tante e sicuramente più vantaggiose. Ma all'ansia si aggiunge anche la pigrizia.

Conti di risparmio bancari di alto rendimento

Sempre secondo Greg McBride, i conti di risparmio bancari di alto rendimento, disponibili a livello nazionale e i conti di deposito del mercato monetario possono essere trovati con depositi minimi molto bassi, e in alcuni casi nessun deposito minimo, rendendo questi conti letteralmente disponibili per ogni famiglia.

Ti è piaciuto questo articolo? star

Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il