Mutui e prestiti per divorziati che devono ricominciare da zero la propria vita. Al via in Giappone

Battezzato col nome di 'Re', per quelli che ricominciano da zero o quasi la propria vita, il prestito per divorziati aiuta coloro che si devono separare a coprire i costi dei pagamenti legali e delle spese di mantenimento


Battezzato col nome di "Re", per quelli che ricominciano da zero o quasi la propria vita, il prestito per divorziati aiuta coloro che si devono separare a coprire i costi dei pagamenti legali e delle spese di mantenimento e offre un tasso di interesse inferiore a quello di una carta di credito, a cui in passato un numero crescente di divorziati giapponesi si sono affidati.

"Non è che stiamo raccomandano di divorziare", spiega Yoshimi Aoki, portavoce della banca Ogaki Kyoritsu, che ha sede a Gifu, nel Giappone centrale. "Ma vogliamo che le persone si sentano più a proprio agio visitando le banche per chiedere una consulenza su questi temi".

Anche se il Giappone ha una percentuale di divorzi bassa, rispetto a Usa ed Europa, il numero dei matrimoni falliti è in aumento negli ultimi anni. Nel 2006, ci sono state 2 cause di divorzio su 1.000, con un aumento rispetto all'1,7 del 1996, secondo statistiche governative. Il tasso di divorzio negli Stati Uniti era nel 2005 di 3,6 casi ogni mille, mentre in Russia è del 5,5 e nel Regno Unito del 2,8.

In Giappone, coloro che vengono dichiarati responsabili del divorzio - per infedeltà, per esempio - devono pagare in media agli ex partner 4 milioni di yen, vale a dire quasi 50.000 euro, secondo il quotidiano Mainichi. Il portavoce della Ogaki Kyorits Bank dice che in passato i divorziati hanno cercato spesso di liquidare i debiti relativi alla loro separazione con prestiti al consumo o carte di credito, trovandosi a pagare un interesse annuo del 15-20 per cento. Ma col nuovo mutuo per divorziati, si possono ottenere fino a 5 milioni di yen pagando un tasso variabile che oggi è al 5,8%.




Ti è piaciuto questo articolo?





Commenta la notizia
di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il