Mutui a tasso fisso offerte Dicembre 2018. I migliori a confronto

di Marianna Quatraro pubblicato il
Mutui a tasso fisso offerte Dicembre 201

Mutui tasso fisso migliori Dicembre 2018 confronto

Come fare a scegliere il miglior mutuo e consigli in base alle proprie esigenze: le migliori offerte a tasso fisso di questo mese

Coloro che scelgono di acquistare un immobile e devono farlo accendendo un mutuo si trovano davanti alla scelta del mutuo da accendere, se a tasso fisso o tasso variabile, con vantaggi, differenti però, per entrambe. Il mutuo a tasso fisso, infatti, prevede rata e durata che non cambieranno mai nel tempo e il tasso di interesse stabilito al momento della sottoscrizione del contratto di mutuo che rimarrà sempre lo stesso fino alla fine del contratto, per cui si tratta di una tipologia di mutuo che permette di dormire sonni tranquilli perché non sarà mai soggetto ad alcuna oscillazione di mercato.

Con il mutuo a tasso variabile, la rata può cambiare, anche improvvisamente, in base all’andamento del mercato finanziario, segue l’indice di riferimento Euribor per cui se sale, aumenta anche l’entità della rata da pagare, la convenienza del tasso variabile dipende dal fatto che è sempre inferiore rispetto al tasso fisso a meno di oscillazioni improvvise sul mercato.

Mutui: consigli per scegliere il migliore

Prima, dunque, di accendere un mutuo è bene valutare acquisto che si deve compiere ed esigenze in modo da scegliere il tasso più adeguato, anche in riferimento allo spread, che sarebbe il costo effettivo che ogni banca richiede ai clienti per la concessione del mutuo che resta uguale per tutta la durata del finanziamento e che si somma al tasso di interesse del finanziamento richiesto e definisce il costo fisso del mutuo. Più basso è lo spread che la banca applicato, minori sono gli interessi da restituire sul mutuo.

Altri consigli da seguire per la scelta di un mutuo sono quello di valutare anche tutte le altre spese accessorie previste, come il TAEG, il Tasso Annuo Effettivo Globale che indica il costo del finanziamento già completo di spese accessorie, di perizia e d’istruttoria, previste per la sottoscrizione del mutuo; evitare di orientarsi verso un mutuo a tasso misto, spesso poco conveniente; valutare eventuali detrazioni fiscali previste per la richiesta di un mutuo prima casa; evitare di chiedere altri prestiti se si ha intenzione di chiedere un mutuo perché al momento della richiesta di quest’ultimo la banca per decidere se erogarlo o meno valuta la situazione reddituale di ogni richiedente per accertarsi che il potenziale mutuatario sia in grado di sostenere la spesa e avere altri finanziamenti in corso potrebbe compromettere il buon esito della richiesta di mutuo.

Mutuo a tasso fisso: le migliori offerte di dicembre 2018

Considerando l’andamento del mercato immobiliare per cui si continuano a registrare aumenti di compravendite, sono diversi i prodotti di mutuo che le banche mettono a punto per soddisfare le richieste e le esigenze dei diversi clienti. E per questo aumentano le offerte. Tra le migliori offerte di mutuo a tasso fisso disponibili per questo mese di dicembre 2018 spicca quella di Mutuo a tasso fisso di IwBank che prevede un importo massimo finanziabile pari all’80% del minore tra il valore di perizia dell'immobile e l'importo di compravendita dichiarato in atto e un importo massimo di 500mila euro; ha una durata di tempo compresa tra i 5 e i 30 anni; e prevede un tan del 2% e un taeg del 2,11%; spese istruttoria di 600 euro per mutui con importo finanziato fino al 70% e di 950 euro per mutui con importo finanziato oltre il 70%; mentre la spesa di perizia obbligatoria dell'immobile offerto in garanzia, eseguita in conformità alla bozza in uso, è a carico banca.

A seguire troviamo l’offerta Mutuo a tasso fisso di Credem, con tan all'1,40%, taeg all'1,90%, spese di istruttoria di 1.200 euro e di perizia di 280 euro, inoltre prevede una durata compresa tra i 5 e i 30 anni. E poi c'è l'offerta Mutuo Base di Cariparma Credit Agricole, che prevede un tan dell'1,63%, un taeg dell'1,89%, spese di istruttoria di 500 euro, spese di perizia di 201 euro e una durata compresa tra i 10 e i 20 anni.

Per quanto riguarda i migliori mutui a tasso variabile per dicembre 2018 li abbiamo visti nel precedente articolo