Truffe carte di carte di credito, cosa fare se carta credito viene clonata. Come recuperare soldi

L'ideale, appena si è in possesso della carta, è fare una fotocopia per avere certezza del numero di serie e della scadenza perché sono dati da indicare nella denuncia.

Truffe carte di carte di credito, cosa f

Truffa carta di credito: denunciare l'accadut


La prima cosa da fare nel caso in cui si sia rimasti vittima di una truffa riguardante una carta di credito sia online che una clonazione della stessa carta di credito è mettersi subito in contatto con la propria banca e bloccare l'utilizzo della carta di credito. Considerata l'urgenza di questo provvedimento si può agire anche telefonicamente o, se l'istituto di credito non è lontano, anche di persona a uno sportello. A quel punto occorre presentare la richiesta di restituzione della somma frodata. In base al tipo di truffa di cui si è rimasti vittima, è la stessa banca a risarcire la somma poiché molto spesso i pirati informatici sfruttando vulnerabilità nel sistema di sicurezza per portare a termine l'operazione di frode. I tempi del recupero denaro non sono generalmente lunghi, ma possono variare da caso a caso ed è preferibile presentarsi con una denuncia in mano.

Truffa carta di credito: denunciare l'accaduto alle forze dell'ordine

Ecco, un'operazione fondamentale è proprio la denuncia dell'accaduto alle forze dell'ordine. Nei casi di truffa, è bene denunciare l'accaduto anche all'autorità giudiziaria, dotata di poteri cautelari più penetranti. L'ideale, appena si è in possesso della carta, è fare una fotocopia per avere certezza del numero di serie e della scadenza perché sono dati da indicare nella eventuale denuncia di smarrimento o furto. Rimane poi sempre possibile rivolgersi al giudice civile nel tentativo di chiedere il risarcimento del danno subito. Bisogna tuttavia tener conto della problematicità di un'azione del genere, vista la difficoltà nell'individuazione dei reali soggetti che stanno dietro le società abusive, spesso con sede fuori dai confini nazionali.

Occorre poi ricordare come il titolare, non essendo proprietario della carta, sia obbligato nei confronti della banca alla custodia e al buon uso. Di conseguenza è responsabile di tutte le conseguenze derivanti dall'abuso della carta da parte di terzi.

Prevenire è meglio che intervenire

Ci sono quindi alcuni suggerimenti di base per non cadere in errore e regole di base per cercare di evitare le truffe sulle carta di credito e difendersi prima che succedano. Ad esempio, conservare con cura la carta di credito, lontano da fonti magnetiche e non graffiarne la banda magnetica; non conservare il pin insieme alla carta, ricordarsi di verificare ogni sera che la carta sia ancora in possesso, tenere da parte le ricevute fino all'arrivo dell'estratto conto per poi distruggerle, evitando di buttarle ancora leggibili nella spazzatura, evitare di fornire il numero di carta a interlocutori telefonici, pretendere dal negoziante che la transazione sia effettuata a vista. E più in generale, occorre prestare la massima attenzione nell'uso delle carte per acquisti in rete.

Ultime Notizie