Vivere gratis o spendendo il meno possibile: alcune soluzioni suggerite da questa nuova tendenza

La tendenza del no-cost sta prendendo sempre più piede, si va dai voli aerei alle telefonate, passando per le banche


Risale a qualche mese fa l’annuncio di Ryanair di biglietti gratuiti per i pendolari del cielo. Sembra si stiano moltiplicando le opportunità di fruizione di servizi a costo zero. El dorado dei nuovi orizzonti di risparmio la rete Internet, grande dispensatrice di informazioni e contenuti senza alcun costo di produzione e replica.

Identikit del consumatore
Se a ricorrere al low cost in genere sono categorie di utenti a basso reddito, i corsari del «no cost» sono giovani (poveri o ricchi non rileva) ben scafati nell’oceano Web e quindi idonei a coglierne al volo le offerte (v. La Stampa).
Infonauti dell’era post industriale i giovani di oggi navigano la rete alla ricerca del servizio gratuito non più per motivi di reddito però. La sfida dell’offerta migliore si gioca infatti sulle competenze tecnologiche.

Volare
Si profilano nuovi orizzonti per le compagnie dei cieli che mirano ad aumentare il numero dei viaggiatori allettandoli con il no cost.
Se Ryanair e Vueling promettono biglietti a costo zero a fronte dell’aumento dei costi di check-in e bagagli in esubero, Easyjet propone invece la stanza d’albergo gratis a chi viaggia sui suoi aerei pagando il biglietto normale. Punti di riferimento in rete per occasioni a costo zeroi siti di Viaggiogratis.it e Volagratis.com.

Banche online
Condizioni trasparenti, costi azzerati e rendimenti alti per i correntisti che effettuano operazioni online. La generazione e-banking conta al momento circa un milione e mezzo di utenti destinati a crescere nel tempo. Ad aggiungere appeal ai conti online l’abolizione dei costi di chiusura conto e i bassissimi o del tutto inesistenti costi sulle operazioni.


Media e informazione
Dalla carta stampata (free press) ai media elettronici, l’informazione “non ha prezzo” oggigiorno.
La rivoluzione in bit non riguarda però solo i quotidiani ma anche la tv, che ora si può vedere sullo schermo del pc e senza pagare niente grazie a Internet. Dalle serie di telefilm gratis in siti come eMule o Bittorrent alle partite di calcio in Galagoal.it e in alcuni siti stranieri.

Ufficio e telefonia
Per organizzarsi un ufficio virtuale si trovano alternative gratuite all’onnipervasivo Office di Windows in programmi come Ubuntu e Open Office, senza contare poi la possibilità di inviare fax in modalità completamente gratuita con servizi come Faxalo.

Dominatore incontrastato del no cost telefonico, la tecnologia Voip che attraverso siti come Skype e Jajah (che connette fra loro numeri di rete fissa in tutto il mondo) permette agli utenti di non spendere neanche un centesimo per connettere i 4 angoli del globo.




Ti è piaciuto questo articolo?





Commenta la notizia
Fonte: pubblicato il