Andare all'orto, ora è possibile uscire fuori dal proprio comune. Documenti necessari, nuova legge coronavirus

di Marianna Quatraro pubblicato il
Andare all'orto, ora è possibile uscire

Andare orto possibile fuori comune Documenti legge

Spostarsi da un Comune all’altro per andare all’orto è possibile senza rischi di multe e rispettando alcune condizioni: cosa fare

Il governo chiarisce: ci si può spostare dal proprio Comune per recarsi al proprio orto che sia ubicato in un altro anche con le restrizioni in vigore a causa dell’emergenza coronavirus. Via libera, dunque, alla cura e alla gestione del proprio orto anche se non si trova nelle immediate vicinanze della propria abitazione. Vediamo cosa prevede la nuova legge coronavirus per andare all’orto.

Andare all'orto fuori dal proprio comune cosa prevede la nuova legge

Sono diverse le restrizioni per gli spostamenti volte a contenere la diffusione del contagio da coronavirus ma tra le novità previste ci sono chiarimenti per quanto riguarda la possibilità di andare al proprio orto se situato in un altro Comune e non adiacente alla propria abitazione.

Stando a quanto chiarito dal governo, chi ha un proprio orto e si trova in un altro Comune può raggiugerlo senza rischio di essere multato perché, come spiegato dallo stesso governo, la coltivazione del terreno per uso agricolo e l’attività diretta alla produzione per autoconsumo rientrano nel codice ATECO 0.1. e sono permesse.

E’ però necessario rispettare alcune condizioni: il terreno deve essere di proprietà e non tutti possono recarsi in un altro Comune per la gestione dell’orto. E’ bene, infatti, chiarire che non si può uscire dal proprio Comune per andare all’orto situato in un altro se:

  • l’orto non è di proprietà, una delle condizioni per spostarsi da u Comune all’altro per andare all’orto è quella di essere in possesso del terreno, non ci si può spostare per andare all’orto, per esempio, di un amico;
  • l’orto si trova all’interno di una seconda casa giacchè consentito lo spostamento da un Comune all’altro solo per raggiugere terreni a uso agricoli.

Resta sempre valida la condizione di evitare assembramenti: ci si può spostare da un Comune all'altro per andare al proprio orto ma a condizione che ci vada una sola persona. Si può andare in due al massimo se si tratta di due persone conviventi.  

Inoltre, è bene specificarlo, bisogna sempre consultare cosa prevedono le norme regionali in merito. Se, infatti, la regola generale per andare all’orto è quella che non prevede limitazioni per lo spostamento da un Comune all’altro, è possibile che le singole regioni prevedano limitazioni agli stessi spostamenti.


Andare all'orto fuori dal proprio comune documenti necessari

Per potersi spostare da un Comune all’altro per andare all’orto è chiaramente necessario essere muniti di apposita autocertificazione che riporti tutte le necessarie indicazioni per controlli e verifiche. In particolare l’autodichiarazione deve indicare:

  • dati personali di chi si sposta;
  • il possesso del terreno a uso agricolo;
  • indicazione del percorso più breve per raggiungere l’orto stesso.


    

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sui diritti per i lavoratori per rimanere aggiornato su tutte le novità:
Ultime Notizie