Assicurazione auto, benefici significativi con l'Idd per tutti gli automobilisti. Ecco cosa cambia

Rivoluzione in vista per il mondo delle assicurazioni grazie all'introduzione dell'Idd. Le compagnie avranno un ruolo simile a quello di agenti, broker, banche, Poste ed intermediari finanziari

Assicurazione auto, benefici significati

Cosa cambia nel mondo delle assicurazioni con l'introduzione dell'Idd


Con l'entrata in vigore dell'Idd vi sono una serie di benefici importanti per tutti gli automobilisti per quanto riguarda l'assicurazione auto E vi sono modifiche importanti anche per le polizze danni e vita

Le polizze, anche quelle che riguardano le auto, andranno incontro a una rivoluzione significativa con l’introduzione dell’Idd, la nuova direttiva europea che entrerà in vigore dal primo ottobre anche in Italia. Il provvedimento riguarda la distribuzione delle polizze assicurative vita, danni e anche auto. Proviamo adesso a capire cosa cambia rispetto al passato.

Cosa cambia per i clienti polizze con Idd

Chi si sta chiedendo in queste ore cosa cambia per i clienti che intendono stipulare una polizza assicurativa dopo l’introduzione dell’Idd, deve sapere che tra gli aspetti più importanti c’è l’anticipazione della verifica di adeguatezza di un contratto nella fase di concepimento del prodotto, attraverso l’individuazione del target market selettivo da monitorare in continuo. Questo significa che gli assicurati vedranno aumentare le possibilità di ricevere tutele. Inoltre rispetto al passato i clienti avranno potranno contare su una maggiore trasparenza da parte delle compagnie assicurative.

Una rivoluzione anche per le compagnie

Oltre a queste novità per i clienti, la rivoluzione vale anche per le compagnie assicurative che devono essere in grado di raccogliere il testimone e vincere la sfida. Per allinearsi al contenuto dell’Idd c’è stato bisogno di mettere in campo un grande lavoro. Le compagnie, infatti, hanno introdotto la product governance che può essere applicata a tutti i prodotti assicurativi di nuova commercializzazione o oggetto di sostanziali modifiche, indipendentemente dalla loro natura e dal canale distributivo utilizzato per il relativo collocamento sul mercato.

Questo significa che le compagnie assicurative oltre al ruolo tradizionale di garanti della corretta applicazione delle disposizioni rivolte alle reti distributive, all’indomani dell’entrata in vigore di questa rivoluzione, aggiungeranno quello nell’ambito del campo di applicazione, analogamente agli agenti, ai broker, alle banche, alle Poste e agli intermediari finanziari. Per rendere più facile il compito delle imprese in questa fase intermedia dove bisognerà applicare gradualmente le novità previste da Idd, l’Ania ha elaborato un apposito studio al riguardo che dovrebbe aiutare a superare senza intoppi questa fase ‘pioneristica’.

Quale è il futuro delle polizze

Questa rivoluzione pone l’accento su quale sarà il futuro delle polizze assicurative. Che dovranno inevitabilmente confrontarsi con i cambiamenti profondi della società avviata ormai verso un futuro dove il digitale avrà un ruolo sempre più importante. Proprio per questo motivo c’è bisogno di rispondere in maniera adeguata ed efficace alle esigenze di un consumatore che ormai ha raggiunto livelli sufficienti di dimestichezza con le tecnologie digitali, ma che pretende di tenere invariato il rapporto visivo con il proprio intermediario. Che avrà il compito di riaffermare la propria professionalità, dimostrando di essere capace di sviluppare nuove competenze, attraverso l’affinamento delle proprie cognizioni e un’ottima conoscenza tecnica dei prodotti da distribuire.