Bambini con genitori è possibile uscire o no? Chiarimenti dopo la circolare del Viminale

di Marianna Quatraro pubblicato il
Bambini con genitori è possibile uscire

Bambini genitori camminare vicino abitazione novita Viminale

Si può uscire o no dalla propria casa con i propri figli e/o fare jogging fuori dalla propria abitazione dopo la circolare del Viminale?

E' possibile uscire con i propri figli, anziani o parenti disabili e invalidi durante questa emergenza coronavirus nel mese di Aprile dopo la circolare del Viminale di ieri? Cerchiamo di capirlo.

La circolare del Viminale di ieri.

Via libera alla passeggiata dei genitori con il o i figli minori ma vicino alla propria abitazione: era questo il contenuto della nuova circolare diffusa iera in serata dal Viminale ancora in piena emergenza coronavirus che ha scatenato non poche polemiche da diversi presidenti delle Regioni e tra i cittadini stessi che hanno il timore che questa piccola apertura possa vanificare tutti gli sforzi fatti finora. Via libera anche alle uscite per persone bisognose, come disabili e anziani sempre nei pressi della propria abitazione.

Cambiavano, dunque, almeno apparentamente alciue regole della quarantena per coronavirus per permettere ai bambini di prendere una boccata d’aria, soprattutto a coloro che non hanno la fortuna di avere balconi e terrazzi. La nuova circolare del Viminale permetteva, infatti, ai genitori di portare i figli minori a fare passeggiate ma solo ed esclusivamente rimanendo vicino casa e non in bicicletta, non con il monopattino.

Permessa anche l’attività motoria non sportiva, cioè camminata, sempre nei pressi di casa mentre restavano  salde le regole e i divieti già in vigore per le uscite, valide solo se giustificate da apposita autocertificazioni e per motivi di salute, lavoro e comprovata necessità, cioè andare a fare la spesa o in farmacia, avendo cura in tal caso di conservare sempre gli scontrini come eventuali giustificativi.

Il chiarimento di oggi mercoledì sempre del Viminale

Questa mattina, poi, invece, è arrivato il chiarimento da parte del Viminale che ha spiegato come non cambia nulla nelle regole finora decise. Rimane il permesso di uscire per le comprovate urgenze e dal Ministero spiegano che, la circolare, di ieri voleva solo indicare alcuni chiarimenti che le forze dell'ordine e i cittadini stessi avevano richiesto nel caso si uscisse con bambini, anziani e disabili. L'uscita si spiega è permessa ma solo in caso di comprovate esigenze (lavorative, sanitarie, emergenze, per andare a fare la spesa) e questo vale anche per le uscite con i bambini, anziani o disabili.

Un chiarimento che sembra più una marcia indietro che altro. E che chiarisce assai poco, se ci si pensa. Come si può uscire con i bambini per comprovate urgenze? Avrebbe più senso per i disabili, per comprovate urgenze mediche, ma insomma, anche il secondo intervento de Viminale chiarisce poco.

Il veri chiarimento arriva dalle regioni

La risposta alla domanda se è consentito uscire o meno con bambini e non solo, è arrivata sempre questa mattina dalle Regioni. In primis dalla Lombardia e dalla Campania, dove i rispettivi Governatori hanno spiegato che rimane in atto la loro ordinanza, e quindi, che non si può uscire per fare una semplice passeggiata con i bambini. Fontana, ma anche De Luca, sono stati chiarissimi: se non ci saranno motivi comprovati i genitori con bambini che usciranno potranno essere sanzionati con multe.
Si tenga anche presente che sempre per la stessa normativa regionale non è permesso usare i giardini degli stessi condomini per scendere con i propri figli.

E visto che la normativa applicata dalla Lombardia e dalla Campania è praticamente uguale in tutte le regioni, diventa chiara la risposta alla domanda iniziale. No, non è ancora possibile uscire di casa con i propri figli etantomeno, vviamente fare jogging. 

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sui diritti per i lavoratori per rimanere aggiornato su tutte le novità:
Ultime Notizie