Elezioni, previsioni chi vince da sondaggi, previsioni aggiornati oggi sabato 3 marzo interni partiti

Non c'è alcun partito politico che può dormire sonni tranquilli, come tra l'altro dimostrato dai sondaggi aggiornati, interni e social.

Elezioni, previsioni chi vince da sondag

Previsioni di vittoria alle elezioni


Ancora un giorno di attesa, o meglio due per lo spoglio ufficiale dei voti,da ora oggi sabato 3 Marzo 2018, di attesa prima di scoprire chi vince le elezioni politiche di domenica 4 marzo e con i sentiment interni partiti che sono qualcosa di più che un semplice segnale. La chiamata al voto arriva al termine di una delle campagne elettorali più complessi di sempre perché da una parte il sistema di voto non facilita la formazione di una maggioranza solida e dall'altra gli elettori continuano a non poter indicare la preferenza per un candidato, ma possono solo limitarsi a barrare la casella del partito. Succede allora che forze politiche e leader - Forza Italia con Silvio Berlusconi, Lega con Matteo Salvini, Fratelli d'Italia con Giorgia Meloni, Movimento 5 Stelle con Luigi Di Maio, Partito democratico con Matteo Renzi, Liberi e Uguali con Piero Grasso - non possono che brancolare le incertezze, come tra l'altro dimostrato dai sondaggi aggiornati, interni e social. Perché, anche se è vietata la divulgazione, vanno avanti con regolarità.

Previsioni di vittoria alle elezioni

Non c'è insomma alcun partito politico che può dormire sonni tranquilli. Nel centrodestra è emersa con chiarezza la preoccupazione per un boom di voti del Movimento 5 Stelle al sud, a tal punto che il leader della Lega si è augurato una sostanziale tenuta del Partito democratico. Forza Italia si guarda anche dai vicini di banco perché nelle regioni del nord potrebbe essere sopravanzata dalla stessa Lega. Da parte sua Fratelli d'Italia cerca di farsi largo, ben sapendo che finirà per fare la terza gamba. Il Movimento 5 Stelle ha fiducia, svela le sue carte, ma è cosciente che la soglia del 40% dei voti per far scattare il premio di maggioranza è una utopia. L'obiettivo è diventare il primo partito italiano nella parte proporzionale sopravanzando il Partito democratico, da tempo in costante calo di consenso e voti. Questa è l'occasione per fare la conta.

I beninformati riferiscono come l'aria che si respiri nel Pd sia di preoccupazione, se non di rassegnazione per una performance elettorale inferiore a quella di Pierluigi Bersani di cinque anni fa. Tutto da scopire Liberi e Uguali: è destinato alla scomparsa o la sinistra più combattiva ha ancora unsuo seguito?

Gli ultimi sondaggi clandestini

Questa chiamata al voto è poi destinata a passare alla storia per l'esplicito divieto di Agcom alla pubblicazione di sondaggi clandestini. Si tratta di quelli che diffondevano l'andamento della rilevazione del voto mascherandolo da corse di cavalli, conclave per la scelta del papa, vendita di auto. Ebbene, gli ultimi numeri, risalenti alla scorsa settimana, raccontano di risultati piuttosto sorpendenti il cavallo Igor Brick davanti a tutti perché in grado di tagliare il traguardo con il tempo di 26,6". Tuttavia la scuderia di Varenne sarebbe complessivamente davanti grazie al tempo di 38,9", frutto della somma dello stesso Varenne (17,5"), Groom de Bootz (14,1"), Frères Tricòlor (4,9") e Nous avec l'Italie (2,4"). Ecco quindi il tempo di 22,2" della scuderia di Fan Faròn mentre Fan Plus Europe si ferma a 2,2" e Fan Ensemble a 0,9". A chiudere la competizione ci pensano Fan Populaire con 0,4" e Liberté Egalité con 5,9". Già capito chi si cela dietro questi nomi di fantasia?