Nuovo decreto per le famiglie: agevolazioni e sconti Governo Conte

di Marianna Quatraro pubblicato il
Nuovo decreto per le famiglie: agevolazi

Nuovo decreto famiglie agevolazioni Governo Conte

Sconti per pannolini e agevolazioni per asili nido e baby sitter: le prime misure del nuovo decreto famiglie. L’annuncio del vicepremier Di Maio

Un miliardo di euro per le famiglie e il vicepremier Di Maio punta su asili nido, pannolini, pappe, baby sitter e una somma di 150 euro al mese da erogare alle famiglie per ogni figlio ai nuclei che ne hanno almeno 3 e fino ai 26 anni, a prescindere da Isee, reddito e patrimonio. E la somma dovrebbe essere crescente se sono presenti disabili nel nucleo. Quali sono le novità che potrebbero essere contenute nel nuovo decreto per le famiglie del governo Conte?

Decreto per le famiglie: misure previste

Stando a quanto riportano le ultime notizie, il vicepremier Luigi Di Maio avrebbe annunciato di essere già a lavoro per mettere nero su bianco su un decreto legge le misure per le famiglie per cui sarà impiegato il miliardo di euro recuperato dal reddito di cittadinanza.

Tra le misure dovrebbero esserci: sconti sui pannolini, agevolazioni sui pagamenti delle rette degli asili nido; sconti per baby sitter; soldi a chi fa figli erogando ai genitori un assegno unico mensile.

Di Maio, in occasione della festa della mamma, si è lasciato andare in un lungo post su Facebook sull’importanza di maternità e famiglie, scrivendo che la ‘maternità è una cosa importante… Il miliardo che vogliamo destinare alle famiglie c’è veramente, non è uno spot. È il miliardo recuperato dal reddito di cittadinanza, proprio come avevamo previsto e ora stiamo lavorando per metterlo nero su bianco su un decreto legge, visto il carattere emergenziale della misura’.

Nuovo decreto famiglie governo Conte: progetto e prospettive

Il progetto delle misure da inserire nel decreto sembra, dunque, esserci e ci sono le prime misure importanti che, però, come lasciato immaginare, saranno accompagnate da ulteriori agevolazioni e sconti ancora da definire. Nel frattempo, il leader M5S chiede a tutte le forze parlamentari, opposizioni incluse, di aprire subito un tavolo di lavoro. Il testo, infatti, è già in fase avanzata, pronto ad arrivare in un decreto legge.

Di Maio ha, dunque, ribadito che il miliardo di euro avanzato dallo stanziamento per il reddito di cittadinanza sarà spostato sulle famiglie che fanno figli e che hanno figli e sui giovani che stanno andando via dall’Italia e che non hanno nessuna certezza, perché il pensiero di mettere al mondo un bambino spesso c’è, è un grande desiderio di tantissimi giovani che però a volte lasciano andare questo desiderio perchè non sanno come sostenere le spese e come assicurargli un futuro dignitoso.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sui diritti per i lavoratori per rimanere aggiornato su tutte le novità:
Ultime Notizie