Azienda nata in un garage di Torino diventa una multinazionale. Ecco come andata

Profilmec nata davvero in un garage a Moncalieri, alla periferia di Torino. Il fondatore Giuseppe Bottanelli, 80 anni, in ufficio tutti i giorni alle 7.

Azienda nata in un garage di Torino dive

Dal garage a grande multinazionale

Sembra adesso che tutte le aziende debbano nascere in un garage prima di diventare una grande multinazionale. Gli esempi iniziano a moltiplicarsi anche in Italia e non si tratta di racconti di fantasia ma di un vero e proprio percorso di crescita reso possibile proprio dalla gradualità del rafforzamento. Questo è il caso di Profilmec, azienda piemontese specializzata in tubi e profilati in acciaio con un fatturato da 300 milioni di euro.

La sua nascita risale al sempre più lontano 1961, quando la parola start-up ancora non esistenza, ma in realtà era proprio questo il caso: un'idea, un garage, capacità, caparbietà e qualche coincidenza fortunata che non guasta mai.

Dal garage a grande multinazionale, la storia di Profilmec

Profilmec è nata davvero in un garage a Moncalieri, alla periferia di Torino. Il fondatore Giuseppe Bottanelli ricorda che spesso la troncatrice volante della prima profilatrice si bloccava e il tubo continuava a uscire alla velocità di 20 metri al minuto, e uno degli operai doveva metterselo in spalla e trasferirsi in strada perché all'interno non c'era lo spazio, mentre un altro provvedeva a fermare il traffico.

Il core business è la produzione di tubi e profilati di precisione in acciaio formati a freddo, elettrosaldati ad alta frequenza ricavati da nastri laminati a caldo decapati, laminati a freddo, rivestiti e in alluminio. Nel tempo l'interesse si è orientato anche alla commercializzazione di prodotti siderurgici e alla fornitura di servizi collegati.

Nella sua gamma prodotto, include nastri e profilati zincati, alluminati e anticorrosione e in alluminio. E lo stesso Giuseppe Bottanelli ha fatto tanta strada prima di mettersi alla guida di questo colosso, dal fattorino al pilota di elicotteri. A Profilmec appartiene anche una primaria società impiantistica, specializzata nella progettazione e costruzione di impianti per la lavorazione della lamiera, che assicura a tutte le società un continuo aggiornamento tecnologico degli impianti e dei macchinari.

Insomma, ha percorso molta strada se a oggi Profilmec occupa un’area complessiva di oltre 450.000 metri quadrati di cui circa 140.000 coperti e la produzione è di circa 3 milioni di metri al giorno, pari a circa 1.450 tonnellate al giorno.

A 80 anni in ufficio tutti i giorni alle 7 del mattino

Il successo non sorprende se, come racconta, conquistato il traguardo degli 80 anni continua a presentarsi in ufficio tutti i giorni alle 7 del mattino e si dice convinto delle possibilità di crescita ulteriore. In fin dei conti, i prodotti dei tubifici sono utilizzati per numerose applicazioni in differenti settori, dall'automotive all'industria del ciclo e motociclo, alla fabbricazione di mobili per arredamento e giardino, di articoli per campeggio, per l'infanzia, di giocattoli, di casalinghi, alla produzione di radiatori, ad applicazioni per l'edilizia.

Non se ne può insomma fare a meno. Profilmec è alla ricerca di nuovi mercati di sbocco, come testimonia la penetrazione nei settori dell'edilizia, dei rulli trasportatori e nella costruzione di poggiatesta nell’ambito del settore automotive.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sui diritti per i lavoratori per rimanere aggiornato su tutte le novità:
Ti piaciuto questo articolo? star

Seguici su Facebook, clicca su "Mi Piace":


di Chiara Compagnucci pubblicato il