I tabaccai diventano bancomat, si potrà prelevare denaro contante

Sono più di 15.000 i tabaccai convenzionati, individuabili da un'apposita vetrofania o rintracciabili nella lista disponibile su app e sito web Banca5 e Intesa Sanpaolo.

I tabaccai diventano bancomat, si potrà

Prelevare contanti dal tabaccaio si può


Non solo questo servizio mancava, ma va a colmare un vuoto ben preciso e che si rivela prezioso in quei piccoli comuni in cui non è sempre facile e immediato recarsi a uno sportello bancomat per effettuare un prelievo di contanti. Saranno infatti i tabaccai, dietro presentazione della carta di debito, del pin e della tessera sanitaria nazionale per la lettura elettronica del codice fiscale, a fornire questa opportunità allo stesso modo di un istituto di credito. Con il vantaggio di non essere soggetto a orario e di avere più a facilmente a portata di mano un esercizio a cui rivolgersi. Ci sono alcuni limiti da rispettare, almeno nella fase iniziale, come il tetto di 150 euro giornalieri, ma anche facilitazioni, come la gratuità del servizio fino al 31 dicembre del prossimo anno.

Prelevare contanti dal tabaccaio si può

Il servizio è in fase di sperimentazione per i clienti di Intesa San Paolo in possesso di carte di debito del circuito Maestro, MasterCard, Visa o Visa Electron. Tutti loro possono prelevare contanti dal tabaccaio fino a 150 euro al giorno negli esercizi convenzionati con Banca5. A oggi sono più di 15.000 i punti convenzionati, facilmente individuabili da un'apposita vetrofania o comunque rintracciabili nella lista disponibile su app e sito web Banca5 e Intesa Sanpaolo.

Come spiegato da Silvio Fraternali, amministratore delegato Banca5, l'attivazione di questo servizio permette ai clienti del gruppo di effettuare prelievi di contanti in molti esercizi aperti in orari prolungati e presenti su tutto il territorio nazionale. Una ulteriore rete del gruppo che permette di offrire servizi semplici ma preziosi per le necessità quotidiane anche in comuni spesso piccoli e meno serviti. A fargli eco è Salvatore Borgese, Chief Business Officer Banca5, secondo cui siamo davanti a un prodotto innovativo, nel modello di servizio, con un forte impatto sociale e rappresenta una svolta nel percorso professionale che la rete dei collaboratori può intraprendere, attraverso l'erogazione di servizi transazionali tradizionalmente forniti da reti bancarie.

Ti è piaciuto questo articolo?





Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il