Lehman Brothers, ecco cosa fanno 10 anni dopo il crack i broker. La loro seconda vita

A distanza di 10 anni e con la situazione economica che molto lentamente si avvia verso la normalità cosa fanno i manager di allora? Di cosa di occupano?

Lehman Brothers, ecco cosa fanno 10 anni

Lehman Brothers, manager di nuovo nella finanza

Sono trascorsi esattamente 10 anni dal più grave default dell'economia mondiale, quella della banca Lehman Brothers. E a distanza di così tanti anni e con la situazione economica che molto lentamente si avvia verso la normalità cosa fanno i manager di allora? Di cosa di occupano? Ebbene, la maggior parte di loro è tornata nella finanza, ma non per tutti la strada è stata in discesa. Come ricorda la Stampa con un'inchiesta dedicata, c'è chi come Erin Callan Montella, direttore finanziario della banca, licenziata poco prima del collasso perché era l'unica che denunciava la crisi, avrebbe perfino tentato il suicidio con i sonniferi.

Lehman Brothers, manager di nuovo nella finanza

Ma poi c'è Vittorio Pignatti Morano, ex capo del private equity business di Europa e Medio Oriente. Adesso è presidente e fondatore di Trilantic Europe, fondo di private equity, risultato dell'acquisto del ramo Merchant Bank di Lehman quando era in liquidazione. La direzione intrapresa da David Ambinder, ex capo della divisione Business support services, è stata differente. E lo racconta lui stesso: la crisi poteva richiedere troppo tempo per ricollocarsi e da qui la decisione di rilevare uno dei punti franchising di Mr. Handyman, catena che fornisce servizi per la ristrutturazione di case e negozi. L'ex amministratore delegato Dick Fuld è ufficialmente tornato: adesso è in Matrix Private Capital, gruppo che gestisce oltre 100 milioni in asset.

Le tappe di una crisi

Il 9 agosto 2007 Bnp Paribas lancia l'allarme. Congela 3 fondi che investono in obbligazioni Usa, garantite da mutui immobiliari subprime. La Bce di Trichet inietta 94 miliardi sui mercati. Il 15 settembre 2008 Lehman Brothers annuncia al mondo il fallimento, incapace di affrontare la crisi dei subprime: la più grande bancarotta della storia lascia senza lavoro 25.000 persone. Il 3 ottobre 2008 viene approvato il Tarp (Troubled Asset Relief Program), misura di emergenza votato da repubblicani e democratici, voluto dal ministro del Tesoro di Bush. Il 26 luglio 2012 la crisi di Lehman scatena una depressione senza precedenti nella Unione europea. Draghi, a Londra, pronuncia la celebre frase: la Bce pronta a fare di tutto per preservare l'euro.

Ti è piaciuto questo articolo? star

Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il