N26 conviene o no. I pro e contro del conto corrente

di Chiara Compagnucci pubblicato il
N26 conviene o no. I pro e contro del co

N26, i pro del conto corrente

Il primo plus da evidenziare del conto corrente N26 Ŕ la rapiditÓ delle operazioni per l'apertura. Sul mercato ci sono anche altri conti gratuiti.

Anche il mondo delle banche cambia rapidamente e se una volta l'apertura di un nuovo istituto di credito rappresentava un grande evento e soprattutto una opportunità per il territorio e per i risparmiatori, adesso basta davvero poco per vedere spuntare nuove opzioni.

Non solo, ma sono più così necessarie le filiali fisiche e il rapporto tra cliente e banca viaggia tutto via web o con una semplice app da scaricare sullo smartphone e da cui effettuare tutte le operazioni. Pensiamo ad esempio al caso di N26, da molti considerata la nuova frontiera bancaria. Approfondiamo due aspetti chiave:

  • N26, i pro del conto corrente
  • I contro del conto corrente N26

Prima di analizzare nel dettaglio i pro e i contro di questa soluzione ovvero se davvero conviene N26 oppure è meglio preferire altre soluzioni, facciamo subito presente che ci troviamo davanti a una banca di origine tedesca che consente di aprire un conto corrente e di avere tutte le funzioni a portata di tap.

Di fisico c'è solo la carta di debito Mastercard. Insomma, innovazione pura, ma cerchiamo di saperne di più.

N26, i pro del conto corrente

Il primo plus da evidenziare del conto corrente N26 è la rapidità delle operazioni per l'apertura. Basta poco per attivarlo ovvero una videochat per la verifica dell'identità. In tutto sono 10 minuti. E la medesima agilità si registra nella gestione del conto, tutto con un'app da scaricare gratuitamente.

Con pochi tap gli utenti possono inviare denaro, bloccare la carta e fissare tetti di spesa. A ogni operazione corrisponde quindi una notifica istantanea da parte dell'istituto di credito. La carta Mastercard è gratuita e permette di prelevare senza commissioni nell'area euro, di pagare direttamente con lo smartphone e di individuare l'Atm più vicino grazie alla geolocalizzazione.

Ed essendo un conto stranieri, non è applicata l'imposta di bollo sul conto corrente per giacenze medie superiori a 5.000 euro.

A tal proposito, dal punto di vista economico, N26 si rivela strategico per chi effettua molto operazione con l'estero per via della cancellazione delle commissioni ovvero del trasferimento di denaro in 19 valute differenti. Sintetizziamo dunque questi pro riconosciuti nel conto corrente N26 nei tre casi concreti:

  • Conto Corrente N26 Metal: 16,90 euro al mese, prelievi Atm gratis in Eurozona, pagamenti e prelievi gratis in ogni valuta, supporto clienti dedicato
  • Conto Corrente N26 Black: 9,90 euro al mese, prelievi Atm gratis in Eurozona, pagamenti e prelievi gratis in ogni valuta, pacchetto assicurativo Allianz
  • Conto Corrente N26: gratis fino a 5.000 euro, prelievi Atm gratis in Eurozona, pagamenti gratis in ogni valuta

I contro del conto corrente N26

Nel valutare la reale convenienza del conto corrente N26 occorre tenere in considerazione anche i contro. A iniziare al limite della ricarica della carta solo con un bonifico bancario.

E anche se la soglia di spesa non è certamente da tutti i giorni, i clienti non possono oltrepassare il tetto massimo di 50.000 euro al giorno. Si tratta quindi di una offerta di conto corrente certamente interessante, ma non è detto che sia quella da non lasciarsi sfuggire.

Se c'è infatti un'altra variabile chiave di cui tenere conto è quella degli interessi sulle giacenze. E rispetto a questo parametro, comunque in costante ribasso nella maggior parte degli istituti di credito, con o senza proposte promozionali a tempo limitato, il mercato offre conti correnti più interessanti.

Al di là del tetto di 5.000 euro sotto al quale non si paga neanche l'imposta di bollo di 34,20 euro ogni anno, esistono altri conti gratuiti.

Seguici su Facebook, clicca su "Mi Piace":