BitCoin, nel breve-medio periodo previsioni analisti. Etheuraum come Bitcoin aggiornamenti. E non è fermo Ripple

Cresce l'entusiasmo intorno alle monete virtuali BitCoin, Ethereum, Ripple e Bitcoin Cash anche in vista degli aggiornamenti annunciati.

BitCoin, nel breve-medio periodo previsi

Aggiornamento in arrivo per BitCoin e Ethereum


Le criptovalute sono assolutamente molto interessanti per gli investimenti e il ruolo potenziale che potrebbero avere anche nell'economia di tutti i giorni. E non c'è solo il Bitcoin che avrà dei miglioramenti importanti a Settembra, ma non sarà l'unico in un mercato estremamente dinamico dove c'è spazio per altre valute come Ripple, Ethauraum e Bitcoin Cash

Il prossimo è destinato a essere uno dei mesi più bollenti per le criptovalute più popolari sul mercato finanziario, BitCoin e Ethereum. Per quest'ultima è stato già annunciato l'aggiornamento Metropolis con il suo carico di novità già annunciato. Si va dalla possibilità per gli utenti di determinare l'indirizzo per il quale dispongono di una chiave privata all'opportunità di eseguire le transazioni finanziarie con maggiori garanzie sull'anonimato, fino ad arrivare all'implementazione di accorgimenti per rendere complicato il mining della valuta e alla facilitazione sotto i profili della programmazione e degli smart contract. Questo di settembre è per Ethereum un passaggio intermedio che condurrà a un ulteriore upgrade finalizzato all'aumento degli investimenti e dei prezzi attraverso il rafforzamento della stabilità.

Aggiornamento in arrivo per BitCoin

Dall'altra parte non si sta evidentemente con le mani in mano. La novità per BitCoin si chiama Lightning Network ovvero l'implementazione di quella modalità di transazioni che consentirà di ridurre drasticamente i tempi. Il passaggio chiave è la mancata registrazione nella Blockchain attraverso la creazione di un sistema di canali che consente il passaggio di denaro in modo rapido, ovviamente sicuro e, dettaglio evidentemente non di secondo piano, meno dispendioso per via delle commissioni da non corrispondere ai miners. Non solo, ma dopo la creazione del Bitcoin Cash, si intravede all'orizzonte una nuova divisioni della criptovaluta: l'aggiornamento SegWit2x.

Il concetto che regola il funzionamento delle criptovalute è semplice: più sono scambiate più valgono. Di conseguenza il valore di BitCoin, Ethereum, Ripple (come vedremo a breve) e della nuova moneta Bitcoin Cash, può subire violente oscillazioni in base volume di scambi generati. Secondo Goldman Sachs, i promessi mesi vanno seguiti con molta attenzione e le azioni ponderate con cura perché si assisterà a un ribasso dei Bitcoin, che potrebbero scendere fino a 1.800 dollari. Ma si tratterà solo di un passaggio interlocutorio perché sarà seguito da un importante rimbalzo che porterà la criptomoneta ad attraversare una nuova fase di crescita, raggiungendo l'ambito valore tra i 3.200 e i 3.900 dollari.

E si muove anche Ripple

E attenzione, perché alle spalle di BitCoin e Ether, con la prima che occupa per adesso il primo posto e la seconda che si caratterizza per essere la valuta di scambio per le società create sfruttando la piattaforma di Etherum, si sta muovendo Ripple con la sua moneta virtuale XRP, specializzata sui pagamenti internazionali. La rotta degli aggiornamenti è stata già tracciata e prevede lo sfoltimento di tutti quegli intermediari che allungano i tempi dei bonifici transatlantici. Anche in questo caso, la chiave di volta è lo sfruttamento della blockchain. Vale la pena far notare come si tratti della valuta alternativa che nella prima metà di quest'anno è cresciuta più di tutti nonostante la distanza che la separi dai primi posti sia ancora molto pronunciata.

Quando si parla di blockchain si fa riferimento a quel registro transnazionale condiviso dalle parti che operano all'interno di una rete distribuita di computer. L'obiettivo è registrare e archivia le transazioni all'interno della rete, eliminando intermediari e terze parti. In questo modo si risparmia tempo e si può procedere con più riservatezza. In definitiva, i benefici sono in termini di semplificazione, abbattimento dei costi, eliminazione delle terze parti e la semplicità. Tutto molto interessante se viene garantita anche quella sicurezza su cui le società stanno investendo tempo e risorse.