Bollette Acqua con spese da pagare anni precedenti e aumenti retroattivi in arrivo

di Marianna Quatraro pubblicato il
Bollette Acqua con spese da pagare anni

Bollette Acqua spese anni precedenti aumenti motivi

Cosa sta per cambiare per il calcolo delle bollette dell’acqua e come funzioneranno: maxi aumenti in arrivo e per chi

Un adeguamento delle tariffe idriche, con effetto retroattivo al primo gennaio 20188, potrebbe provocare maxi aumenti in arrivo sulle bollette dell'acqua di milioni di italiani. Sono, dunque, in arrivo nuove tariffe da applicare con effetto retroattivo dal primo gennaio 2018 e per alcuni utenti gli adeguamenti in arrivo potrebbe rappresentare una vera e propria stangata. Vediamo come funzioneranno gli aumenti retroattivi in arrivi sulle bollette dell’acqua.

Aumenti in arrivo per bollette dell’acqua

Stando a quanto riportano le ultime notizie, secondo quanto stabilito dall’Arera (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente) avrebbe stabilito un aumento retroattivo delle tariffe idriche, sulla base dei consumi dell’acquedotto, creando non poche polemiche considerando che si tratta di un provvedimento retroattivo allo scorso anno che potrebbe portare nelle prossime bollette dell’acqua un aumento considerevole, configurandosi più di un maxi-conguaglio.

L’aumento, come specificato dalla stessa Autorità, interesserà tutte le utenze, a prescindere dalla regione di appartenenza, con l’obiettivo di uniformare le diverse categorie di utenza e facilitare il calcolo dell’importo dovuto al fornitore dall’intestatario della bolletta.

Quanto aumenteranno le bollette dell’acqua

Stando ad alcuni calcoli effettuati, coloro che saranno maggiormente colpiti dai rincari in arrivo sulle bollette dell’acqua sono le famiglie più numerose perché, come deciso da ARERA, i costi cambieranno in base al numero dei componenti del nucleo familiare: più quest’ultimo è numeroso, maggiore sarà il costo da pagare.

Restano, invece, invariate quota fissa (determinata dai costi per le infrastrutture idriche) e quota variabile (basata sul consumo specifico di ogni utenza). Così facendo la divisione delle spese per l’acqua nei condomini avverrà considerando destinazione dell’utenza, se domestica residenziale, domestica non residenziale, commerciale, composizione della famiglia e tariffa per fascia sociale in base al nucleo familiare.

Si tratta, però, di una novità che, potremmo dire, complicherà, e non di poco, la vita degli amministratori di condominio, per cui potrebbe rivelarsi molto complesso calcolare la spesa da sostenere per i diversi nuclei familiari nell’anno, in base anche a tante variabili che nel corso dello stesso anno possono verificarsi, come nei casi di appartamenti affittati a studenti universitari, di case vacanze, ecc.

Bollette acqua più care: agevolazioni previste

Tuttavia, come stabilito dalla stessa Arera, dal 2020 le famiglie più numerose, con tre o più membri, potranno avere accesso anche a diverse agevolazioni. Sono previste, infatti, detrazioni dal 20 al 50% rispetto alla tariffa base previste per i nuclei familiari composti da due o da una singola persona, proprio perché sul calcolo delle ‘nuove’ bollette dell’acqua influirà notevolmente anche la composizione del nucleo familiare. Le agevolazioni previste per le famiglie con almeno tre membri varranno per tutti fino al 2022.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sui diritti per i lavoratori per rimanere aggiornato su tutte le novità: