Bonus 600 euro per partite iva a chi spetta e come fare domanda

di Marianna Quatraro pubblicato il
Bonus 600 euro per partite iva a chi spe

Bonus 600 euro partite iva chi domanda

Bonus da 600 euro a marzo per iscritti alla Gestione separata dell’Inps, non titolari di pensione e non iscritti ad altre forme previdenziali obbligatoria: come fare domanda Inps

Tra le misure contenute nel Decreto Cura Italia approvato dal governo Conte per fronteggiare l’emergenza coronavirus è compreso anche un bonus una tantum per i lavoratori autonomi e liberi professionisti titolari di partita Iva.

Una misura che, seppur minima per molti, potrebbe far tirare un sospiro di sollievo considerando che, come annunciato dal governo stesso, si tratta di un bonus valido per questo mese di marzo che potrebbe essere rinnovato con il prossimo decreto di aprile. A chi spetta il nuovo bonus da 600 euro per Partite Iva?

Bonus 600 euro per partite iva a chi spetta

Il bonus da 600 euro, inizialmente definito una tantum ma che, in realtà, come precisato dal premier Conte vale solo per questo mese di marzo e si prepara ad essere rinnovato con il prossimo decreto di aprile, spetta a tutti i lavoratori autonomi e liberi professionisti titolari di Partite Iva iscritti ad una gestione previdenziale Inps e sarà esentasse.

Sono cioè esclusi dalla misura tutti i lavoratori autonomi, liberi professionisti con partita Iva iscritti a forme previdenziali private perché appartenenti a Casse professionali.

E’ stato, infatti, precisato che il bonus da 600 euro vale per gli iscritti alla Gestione separata dell’Inps, non titolari di pensione e non iscritti ad altre forme previdenziali obbligatoria, mentre professionisti e lavoratori autonomi iscritti ad altre casse di previdenza, come i giornalisti iscritti all’Inpgi, dovranno aspettare eventuali bonus previsti appositamente dalle loro gestioni.

Bonus 600 euro per partite iva come fare domanda

La domanda per avere il bonus da 600 euro per il mese di marzo deve essere presentata dai lavoratori con Partita Iva direttamente all'Inps. Mabcano ancora indicazioni precise e puntuali sulle modalità di presentazione della domanda all'Inps ma, stando a quanto riportano le ultime notizie, vi sarebbe l'ipotesi di un click day a causa delle limitate risorse stanziate (2,16 miliardi) che potrebbero non bastare per soddisfare tutte le richieste.

Il presidente dell’Inps, Pasquale Tridico ha spiegato che le modalità per avere il bonus da 600 euro previsto per titolari di partita Iva e lavoratori autonomi, commercianti, artigiani che hanno subito danni a causa dell’emergenza coronavirus saranno riportate in una circolare ufficiale che dovrebbe uscire entro questa settimana, fissando eventualmente anche una data per il click day, che potrebbe essere fissato per la prossima settimana con i pagamenti che potrebbero arrivare già ad aprile.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sui diritti per i lavoratori per rimanere aggiornato su tutte le novità:
Ultime Notizie