Bonus Bebč 2018: per chi, quando e come funziona. Come fare domanda e cosa cambia

Confermato anche per il 2018 il bonus bebč: chi puň richiederlo, quanto tempo dura e valore dell’importo mensile

Bonus Bebč 2018: per chi, quando e come

Bonus Bebč 2018 come funziona domanda novitŕ


La nuova Legge di Bilancio ha confermato anche per il 2018 la possibilità di richiedere il bonus bebè, un contributo economico che lo Stato eroga, attraverso l'Inps, per aiutare le famiglie con un reddito basso in cui arrivino nuovi figli, sia naturali che adottivi. Riportiamo di seguito requisiti, informazioni e regole per poter richiedere anche quest'anno il bonus bebè.

Bonus bebè 2018: per chi, requisiti e come funziona

Il bonus bebè è stato confermato soltanto per il 2018 e prevede sempre:

  1. un assegno da 80 euro al mese per chi ha un reddito inferiore ai 25mila euro;
  2. un assegno di di 160 euro per i redditi inferiori ai 7mila euro annui.

Su base annua, considerando i valori appena riportati, per la prima opzione si tratta di 960 euro all'anno, mentre nella seconda si arriva a 1.920 euro. L’importo del bonus bebè dipende, dunque, dal valore Isee familiare e prevede importi differenti. Il nuovo bonus bebè vale per i nati dal primo gennaio 2018 in poi, per cui le famiglie dei bambini nati fino al 31 dicembre 2017 non possono avere accesso all'assegno. I requisiti richiesti per poter presentare domanda per la richieste del bonus bebè 2018 sono:

  1. essere cittadini italiano o dell'Unione europea;
  2. essere cittadino extracomunitario ma in possesso di regolare permesso di soggiorno;
  3. dimostrare la convivenza con il figlio.

Chi percepisce già il bonus bebè e ha presentato domanda negli anni passati per i figli nati adottati o in affido nel periodo 2015-2017 non dovrà ripresentare una nuova domanda. Ma per rinnovare il bonus bisogna confermare i requisiti Isee e familiari nell’apposita area del sito Inps.

Bonus bebè: come fare domanda e cosa cambia

Per presentare la domanda per ricevere bonus bebè deve essere presentata all’Inps entro 90 giorni dal verificarsi dell'evento della nascita o dall’adozione e sono diverse le modalità tra cui scegliere per poter farne richiesta. Si può infatti inviare domanda:
La domanda per la richiesta del bonus bebè 2018 deve essere presentata:

  1. direttamente sul sito Inps, www.inps.it. accedendo alla voce Servizi on line, e inserendo il proprio Pin Inps personale;
  2. contattando telefonicamente il numero verde 803.164 (gratuito da rete fissa) o il numero 06 164 164 da cellulari;
  3. attraverso Caf o patronati.

L’accesso al servizio di presentazione della domanda online per richiedere il bonus bebè avviene solo se muniti del proprio Pin Inps personale. Ricordiamo che la domanda deve essere presentata una sola volta per ogni figlio e completata la procedura web di presentazione lo stesso servizio permette anche di visualizzarne l’esito.

Dopo la verifica da parte dell’Inps dei requisiti del richiedente, se la domanda viene accettata, lo stesso Istituto eroga l’assegno del bonus bebè a partire dal giorno di nascita o di ingresso nel nucleo familiare a seguito dell'adozione e fino al compimento del primo anno di età o fino al primo anno dall'ingresso nel nucleo familiare a seguito dell'adozione e direttamente al richiedente tramite bonifico domiciliato.

Il bonus bebè 2018 viene, dunque, erogato per 12 mensilità e non per 36 a differenza di quanto previsto fino al 2017, per le nascite nel periodo compreso tra primo gennaio 2015 e 31 dicembre 2017. L’erogazione del bonus avviene tramite accredito su conto corrente bancario o postale, libretto postale o carta prepagata con Iban intestati al richiedente a partire dal mese successivo a quello di presentazione della domanda.