Buoni spesa coronavirus comunali. Lista supermercati che fanno sconti ulteriori

di Marianna Quatraro pubblicato il
Buoni spesa coronavirus comunali. Lista

Buoni spesa comunali Lista supermercati sconti ulteriori

Come usare i buoni spesa comunali per famiglie in difficoltà e quali sono gli ulteriori sconti da diversi supermercati

Via libera alla distribuzione di 400 milioni di euro stanziati dal Governo per dare la possibilità ai singoli Comuni di buoni spesa alle famiglie più in difficoltà che in questo periodo di piena emergenza coronavirus non potendo lavorare sono rimaste senza reddito. Vediamo come funzionano i buoni spesa comunali per coronavirus e iniziative e sconti ulteriori decisi da diversi supermercati.

Buoni spesa coronavirus comunali

I buoni spesa comunali vengono distribuiti, appunto, dai Comuni ai propri cittadini, dando priorità ai cittadini che sono costretti a vivere in condizione di forte difficoltà economica. I buoni spesa comunali sono di importo compreso tra i 25 e i 50 euro per nucleo familiare da spendere nella lista dei supermercati convenzionati che aderiscono all’iniziativa in ogni Comune per l’acquisto di generi alimentari o prodotti di prima necessità presso gli esercizi commerciali contenuti nell’elenco pubblicato da ciascun Comune sul proprio sito istituzionale.

Per quanto riguarda l’importo del buono, ogni sindaco può stabilire il singolo importo per famiglia in base al reddito familiare, al Isee o allo stato occupazionale. Ogni Comune deve rendere anche nota la lista dei supermercati che hanno accettato la convenzione per spendere i nuovi buoni spesa. Per richiedere i buoni spesa bisogna contattare direttamente il numero dedicato attivato da ogni Comune o il numero istituzionale dello stesso.

Diverse catene di grandi supermercati hanno anche messo a punto ulteriori sconti sempre per sostenere le famiglie al momento in difficoltà. Vediamo quali sono.

Esselunga ulteriori sconti spesa

Alla possibilità di usufruire dei buoni spesa comunali, Esselunga ha deciso di sostenere ulteriormente le famiglie aggiungendo uno sconto del 15% sulla somma totale della spesa. In tutti i punti vendita Esselunga, inoltre, è stata organizzata una corsia preferenziale per over 65, donne incinta e persone disabili che hanno anche una cassa loro dedicata, e una corsia preferenziale per volontari e personale sanitario.

Coop ulteriori sconti spesa

Anche Coop ha deciso di aggiungere ulteriori sconti per le spese fatte con i buoni spesa comunali. Lo sconto Coop sulla spesa per famiglie in difficoltà è del 10%. Si tratta di una ulteriore iniziativa che, secondo Coop, tutela il potere d’acquisto delle famiglie e che si aggiunge alla decisione presa pochi giorni fa di bloccare i prezzi per 2 mesi (fino al 31 maggio) su oltre 18.000 prodotti (a marchio Coop e non).

Conad, Carrefour, Auchan ulteriori sconti spesa

Anche le catene Conad, Carrefour, Auchan hanno deciso di applicare un ulteriore 10% di sconto alla cassa sui buoni spesa corrisposti dai Comuni alle famiglie in difficoltà. Carrefour ha, inoltre, deciso di bloccare i prezzi di oltre 500 prodotti di uso quotidiano 2 mesi, e consegnare a domicilio gratuitamente la spesa agli over 60 entro la stessa giornata.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sui diritti per i lavoratori per rimanere aggiornato su tutte le novità: