Ritrovano una carta di carta di credito e si danno spese pazze. Ecco cosa è successo

Accanto a smartphone e televisori di ultima generazione hanno infatti acquistato anche champagne pregiati per festeggiare quella inattesa fortuna che si sono ritrovati tra le mani.

Ritrovano una carta di carta di credito

Carta di credito smarrita ed è show


Trovano una carta di credito smarrita e in poche ore spendano migliai di euro facendo spese pazze, acquistando un pò di tutto. Ecco coe è andata la vicenda.

Sono bastate poche ore a due uomini di 23 e 30 anni per spendere oltre 3.000 euro con una carta di credito che avevano trovato sul tavolo di un ristorante a Bracciano. Nessuna remora e zero dubbi perché, avranno pensato, l'occasione va colta al volo. E così, con quella tesserina magica hanno iniziato le spese folli e anche un po' goliardiche. Accanto a smartphone e televisori di ultima generazione hanno infatti acquistato anche champagne pregiati per festeggiare quella inattesa fortuna che si sono ritrovati tra le mani. Ma naturalmente non poteva che essere una gioia effimera perché sono state troppe le tracce lasciate dai due. Inevitabile che venissero rintracciati e fermati. Restava solo da scoprire quando e come.

La storia dei due compratori folli

I due uomini sono stati in grado di effettuare acquisti a più riprese perché il proprietario della carta non si era reso conto di averla smarrita e solo in un secondo momento, quando è stato avvisato dai carabinieri, ha pensato a bloccarla. Il primo campanello d'allarme è scattato intorno alla mezzanotte al Carrefour di Trevignano. Stando alla ricostruzione del personale, due persone avevano speso migliaia di euro per poi darsela a gambe levate. Da lì sono scattate le indagini dei carabinieri dell'Aliquota Radiomobile della compagnia di Bracciano e della stazione di Trevignano che hanno scoperto in quatto e quattr'otto le spese folli a Manziana, in un altro punto vendita Carrefour.

La prima operazione è stata allora quella di rintracciare l'intestatario della carta di credito che l'ha subito bloccata e quindi i responsabili degli acquisti. Dagli accertamenti è emerso come i due hanno precedenti alle spalle. Forse pensavano di farla franca o forse sapevamo che prima o poi sarebbero stati rintracciati e di conseguenza hanno voluto provare l'ebrezza, per una volta, di spendere senza preoccuparsi del conto in banca o del budget e a disposizione. Un fugace momento di follia. Resta il fatto che adesso devono rispondere di indebito uso di carte di pagamento e sostituzione di persona.