Carta identità tempi lunghissimi per rinnovo o nuova. Come fare ad avere subito se serve

La situazione italiana è paradossale perché c'è stato un grande investimento sulla carta identità elettronica eppure le richieste non sono sempre soddisfatte.

Carta identità tempi lunghissimi per rin

Carta identità elettronica 2019, tempi lunghi

Torino, Milano, Genova, Bologna, Firenze, Roma, Napoli, Bari, Palermo: come può essere difficile ottenere la carta identità elettronica 2019. E non occorre essere in regola con tutti i documenti per accelerare la procedura. E poco importa che con il passaggio dalla modalità cartacea a quella elettronica i tempi dovrebbero essere rapidi, se non immediati. E infine, agli uffici poco importa della necessità di avere a disposizione un documento di identità in corso di validità per andare in un altro Paese. I fatti dimostrano come si tratti di un bel problema che mal si concilia con chi ha poco tempo a disposizione e avrebbe l'urgenza del rilascio del documento. E anche se non ovunque si registra la medesima situazione, è interessante notare come le ragioni dei lunghi tempi per il rilascio della carta identità elettronica 2019 sono sempre diversi.

Carta identità elettronica 2019, tempi lunghi per averla

La situazione italiana assume caratteri paradossali perché da una parte c'è stato un grande investimento sulla carta identità elettronica, pensata per facilitare l'accesso ai servizi pubblici e per snellire i controlli. Ma dall'altra riuscirle a ottenerla in tempi stretti, soprattutto in questo periodo, è quasi ovunque impossibile. Per intenderci, a Milano il servizio di rilascio entra ufficialmente a regime a settembre, a Roma sono richiesti 4 mesi di attesi, a Bari va decisamente meglio (da 10 a 30 giorni), ma a Napoli servono oltre due mesi. E in alcune città, come Palermo, la carta identità elettronica non è arrivata a tutti.

Qual è la situazione nelle principali città italiane? Una dettagliata inchiesta del quotidiano la Repubblica ha permesso di scoprire cosa sta succedendo in questo periodo e come gli uffici comunali stanno affrontando questo periodo transitorio in cui parte del personale è in ferie e le richieste di rilascio della carta identità elettronica sono in aumento. Sorprende allora la varietà delle situazioni tra chi escogita soluzioni alternative, chi invita a mettersi l'animo in pace e ad accodarsi in attesa del proprio turno, chi mostra efficienza anche nei mesi più caldi dell'anno e chi invece dà semplicemente appuntamento a dopo le vacanze Quando è forse ormai troppo tardi perché alcune esigenze sono imminenti. Secondo il quotidiano, la situazione adesso in Italia è la seguente:

  1. Torino: macchine self service per ridurre i tempi
  2. Milano: primo appuntamento dopo le vacanze
  3. Genova: uffici aperti d'estate in tutti i quartieri
  4. Bologna: l'accesso è libero e bastano 30 minuti
  5. Firenze: subito allo sportello se prenoti con l'app
  6. Roma: finti biglietti aerei per saltare la fila
  7. Napoli: manca personale da agosto i rinforzi
  8. Bari: alla lotteria dei ticket vincono i primi 60
  9. Palermo: due ore di attesa anche per il cartaceo

Come si può fare subito carta identità elettronica

Sono oltre 10 milioni le carte elettroniche rilasciate fino ai primi sei mesi del 2019. Va richiesta al proprio Comune di residenza o al Comune di dimora e per cercare di ottenerla subito, laddove gli uffici sono inadeguati a rispondere subito alla richiesta, va spiegata la situazione personale, magari esibendo i documenti di viaggio. Ma non ci sono certezze, considerando che nel giorno medio sono rilasciate tra le 25 e 35.00 carte d'identità elettroniche.

Ti è piaciuto questo articolo? star

Seguici su Facebook, clicca su "Mi Piace":


di Marianna Quatraro pubblicato il