Come funzionano bonus baby sitter 2020 INPS per coronavirus

di Marianna Quatraro pubblicato il
Come funzionano bonus baby sitter 2020 I

funzionamento bonus baby sitter INPS coronavirus

Bonus baby sitter 2020 bonus per aiutare le famiglie a sostenere i costi della baby sitter con chiusura di tutte le scuole: come funziona

Chi è come può richiedere il bonus baby sitter 2020 Inps istituito per l’emergenza coronavirus? Quali sono gli importi previsti per bonus baby sitter Inps per coronavirus? Cerchiamo di chiarire come funziona il nuovo bonus baby sitter 2020 Inps che il governo Conte ha annunciato come misura a sostegno delle famiglie che in questo periodo di emergenza coronavirus che ha portato alla chiusura di tutte le scuola di ogni ordine e grado hanno figli di cui occuparsi ma, contemporaneamente, rientrano tra le categorie di persone che devono continuare a lavorare.

Come funzionano bonus baby sitter 2020 INPS per coronavirus

Il bonus baby sitter 2020 Inps per coronavirus viene erogato dall’Inps ma non arriva in automatico. Per averlo è necessario presentare apposita domanda. Una volta presentata la domanda, l’Inps verifica che i requisiti necessari per avere il bonus siano effettivamente soddisfatti e poi procede all’erogazione dei voucher in ordine di presentazione della domanda e fino ad esaurimento risorse disponibili.

Il bonus baby sitter 2020 Inps per coronavirus, come specificato dallo stesso Istituto, spetta alle seguenti categorie di genitori lavoratori dipendenti privati, lavoratori iscritti in via esclusiva alla Gestione separata Inps e lavoratori autonomi iscritti Inps che siano:

  • genitori di figli (anche adottivi o in affido) di età inferiore a 12 anni alla data del 5 marzo 2020;
  • genitori di figli con disabilità iscritti a scuole di ogni ordine grado o ospitati in centri diurni a carattere assistenziale e in tal caso non sono previsti limiti di età.

Nel caso di genitori separati e divorziati non rientranti nello stesso nucleo familiare, il bonus baby sitter per coronavirus spetta al genitore convivente con il figlio.

La condizione essenziale per poter fare domanda del bonus baby sitter 2020 Inps per coronavirus è quello di avere una baby sitter assunta con regolare contratto di lavoro.

Precisiamo che non si ha diritto ad avere il bonus baby sitter 2020 Inps per coronavirus se è stata presentata richiesta di congedo parentale (esteso fino a 15 giorni per emergenza coronavirus) e se l’altro genitore è disoccupato/non lavoratore o percepisce già misure di sostegno al reddito.

La domanda per avere il bonus baby sitter 2020 Inps per coronavirus si può presentare dalla prima settimana di aprile o direttamente accedendo al sito web Inps e seguendo l’apposita procedura o contattando il numero verde Inps, o anche rivolgendosi ai patronati.

Come viene erogato bonus baby sitter 2020 Inps per coronavirus e importo

Il bonus baby sitter 2020 Inps per coronavirus viene erogato mediante il libretto famiglia e per prestazioni rese a partire dal 5 marzo, e fino alla sospensione delle attività scolastiche, e ha un valore di 600 euro che diventano mille per genitori appartenenti al personale medico e sanitario e alle Forze dell’Ordine.


 

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sui diritti per i lavoratori per rimanere aggiornato su tutte le novità: