Consumi condizionatori, come risparmiare davvero in bolletta

di Luigi Mannini pubblicato il

Non bisogna trascurare le possibili ripercussioni che un uso spregiudicato dei condizionatori può avere sulle tasche visto che i costi possono lievitare fino a diventare una vera e propria batosta

Consumi condizionatori, come risparmiare

La vostra arma per combattere il caldo è il condizionatore? Ecco come rismarmiare sulla bolletta elettrica

E dopo tanta attesa, l’estate è esplosa in Italia. Temperature improvvisamente torride hanno reso necessario i molti casi la riattivazione dei condizionatori. Per molti l’unica arma di difesa contro l’afa spossante. A casa o in ufficio, ricreare un clima fresco ed accettabile rappresenta la priorità soprattutto nelle metropoli e nelle città dove solitamente il caldo raggiunge picchi davvero insopportabili. Ma non bisogna trascurare le possibili, anzi probabili ripercussioni che un uso spregiudicato dei condizionatori può avere sulle proprie tasche visto che i costi possono lievitare fino a diventare una vera e propria batosta.

Ma allora, come si può risparmiare? Sicuramente dall'acquisto con la possibilità di ottenere fino al 50% di sconto direttamente al momento dell'acquisto o con il bonus condizionatori 2019. Una volta installato ecco come risparmiare sulla bolletta dell’energia elettrica senza necessariamente abbandonare l’idea refrigerante di accendere un bel condizionatore in casa o in ufficio? Vediamo quali sono i consigli per riuscirci e godersi un’estate che si preannuncia torrida.

Consumi condizionatori come risparmiare

I consumi dei condizionatori possono dunque rappresentare un problema per le tasche di coloro che li adoperano senza alcune precauzioni. Ecco perché leggere questi consigli potrà sicuramente essere di aiuto per risparmiare sulla bolletta dell’energia elettrica. Pochi sanno, ad esempio, che seguendo le indicazioni sulla classe energetica ed adottando alcuni accorgimenti sul posizionamento e sulla manutenzione del condizionatore si possono ottenere risparmi fino al 7% sul totale della bolletta elettrica. 

Scegliere dunque i modelli più efficienti, quelli di classe energetica A in su che consentono di risparmiare un al 30% sulle bollette annue oltre ad essere anche un beneficio per l’ambiente viste le minori emissioni di anidride carbonica. Acquistare condizionatori dotati di tecnologia inverter che adeguano la potenza all’effettiva necessità e riducono i cicli di accensione e spegnimento. Il costo sarà di poco superiore ma i risultati saranno più efficaci e il risparmio in termini di costi maggiore. E poi c’è bisogno di tenere in considerazione gli incentivi.

Trucchi per risparmiare sul consumo dei condizionatori

Ma i trucchi per risparmiare sul consumo dei condizionatori non finiscono qui. Per avere una bolletta dell’energia elettrica meno salata bisogna stare attenti anche al posizionamento del condizionatore evitando di posizionarlo dietro divani o tende. Conviene poi programmare la temperatura al massimo due o tre gradi al di sotto di quella esterna e stare attenti all’umidità. Per ottenere un risultato ottimale è necessario installare un dispositivo per ogni stanza se si tratta di un’abitazione e non lasciate porte e finestre aperte.

È ovvio che l’ingresso di nuova aria calda vanifica il lavoro fatto fino a quel momento dall’apparecchio che deve iniziare da capo con evidente aggravio sul consumo e quindi sul costo scaricato sulla bolletta dell’energia elettrica.

Risparmiare sulla bolletta, i consigli per utilizzare i condizionatori al meglio

Risparmiare sulla bolletta dell’energia elettrica senza per questo rinunciare al piacevole effetto freschezza che l’accensione di un condizionatore comporta, è possibile. Seguire questi consigli per utilizzare i condizionatori al meglio è il primo passo per evitare brutte sorprese in bolletta. Tra quelli più importanti e che forse in pochi conoscono c’è quello di procedere alla coibentazione dei tubi del circuito refrigerante all’esterno dell’abitazione così che non possano essere danneggiati dai raggi del sole.

Anche la parte esterna del dispositivo è meglio che non venga esposta alle intemperie. Lasciare acceso il condizionatore per tutta la giornata è un’abitudine nefasta da questo punto di vista. Il consiglio è quello di azionare il timer di notte e regolare il periodo di accensione durante la giornata. E' possibile far ciò con il telecomando o con i più tecnologici è possibile rendere qualsiasi condizionatore, anche vecchio, smart grazie a questi moduli wifi. Infine non si possono ottenere risultati soddisfacenti da questo punto di vista se non si procede ad un’accurata e puntuale manutenzione. A partire dai filtri dell’aria e dalle ventole che devono essere ripuliti alla prima accensione stagionale e almeno ogni due settimane. Ecco infine 12 consigli per tenere casa fresca senza condizionatore.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sui diritti per i lavoratori per rimanere aggiornato su tutte le novità:
Ti è piaciuto questo articolo? star

Seguici su Facebook, clicca su "Mi Piace":