Daimler camion elettrico rivelato, Tesla battuta. E innovazioni molti settori rivoluzionarie

La rivoluzione nella mobilitÓ passa dalla realizzazione del camion elettrico. Due i modelli immaginati per percorrenze a medio e a breve raggio. Le caratteristiche.

Daimler camion elettrico rivelato, Tesla

Daimler, la rivoluzione del camion elettrico


Battuta tesla sul tempo da Daimler con l'innovativo camion elettrico che doveva essere presentata a breve da Tesla. Ma è un periodo fervido di innovazioni in tutti i campi.

Mentre va avanti il confronto in Italia sulle opportunità della diffusione dell'auto elettrica e il sogno di Tesla di produrre su larga a scala veicoli a batteria rischia di rimanere tale, ecco che c'è chi brucia i tempi con il primo camion elettrico. Si tratta di una rivoluzione? Sì, lo è e probabilmente anche in misura maggiore delle stesse auto. A mettere la firma a questo mezzo è Daimler (in collaborazione con Mitsubishi), che ha ufficialmente presentato E-Fuso Vision One. Lo ha fatto in occasione del Tokyo Motor Show, anticipando nei fatti la stessa azienda di Elon Musk. Tesla era infatti attesa al varco già nei prossimi giorni con il camion Semi. Ma come sta accadendo con sempre maggiore frequenza, anche questa volta il ritardo ha segnato le migliori intenzioni e l'appuntamento slitta a novembre, bene che vada.

Daimler, la rivoluzione del camion elettrico

Il livello di innovazione del camion elettrico di Daimler è alle stelle. Siamo ancora al livello di concept per cui resta ancora molta strada da percorrere e, al pari di Tesla, resta da scoprire se la forza sarà sufficiente per una produzione mondiale. Ma i primi bagliori sono certamente soddisfazione. A iniziare dalla portata di 11 tonnellate di carico fino ad arrivare all'autonomia di 350 km. Non tantissimo, ma sufficiente per garantire le consegne a medio raggio. In ballo c'è anche un modello dalle dimensioni ridotte pensato per un più agile trasporto cittadino. Proprio questo della batteria viene da sempre considerando il principale limite dei mezzi elettrici. Daimler cerca di dare un colpo di spugna con una capiente batteria da 300 kWh: tutto perfetto, almeno in teoria, ma quali saranno i tempi di ricarica?

Già adesso i termini per assicurare la piena autonomia per le auto di piccole dimensioni sono particolarmente lunghi e in questo caso potrebbero dilatarsi in maniera eccessiva. Tuttavia siamo davanti a una tecnologia in evoluzione ed è verosimile credere che da qui al giorno di effettiva produzione di questo concept, il livello di sviluppo sia portato un po' più in su.

Davvero è meno inquinante dei mezzi a carburante?

Punto di forza del camion elettrico di Daimler, realizzato da Mitsubishi Fuso Truck and Bus Corporation, è la capacità di contenere le emissioni rispetto ai mezzi alimentati con il diesel o la benzina. Almeno sul terreno dell'inquinamento ambientale, considerando che questi mastodontici mezzi sono tradizionalmente molto impattanti, dovrebbe apportare benefici concreti. Il dibattito sulle ripercussioni sull'ambiente va però allargato a tutto il ciclo di vita dei veicolo elettrico, dalla produzione allo smaltimento passando per la sua gestione. Ed ecco allora che non tutti sono così convinti delle differenze con i mezzi spinti dal classico carburante. Tutti da scoprire i prezzi, la reale tempistica di produzione e di commercializzazione, così come i mercati interessati. Daimler non ha per ora fornito le risposte a queste domande. Lo farà nei prossimi mesi, magari quando anche Tesla svelerà le sue carte.







Ti Ŕ piaciuto questo articolo?





Commenta la notizia
di Luigi Mannini pubblicato il