Debolezza Del Mercato Azionario Italiano In Tempo Di Crisi. Quali Le Prospettive Di Trading Per Il Futuro?

di Lorenzo Pascucci pubblicato il
Debolezza Del Mercato Azionario Italiano

Prospettive future del trading

Le prospettive del trading in Italia nell'era del Covid e il futuro a breve e medio termine del mercato azionario

C’è un fenomeno “strano”, segno dei tempi che stiamo vivendo, ad indicare che il periodo storico in atto è qualcosa del tutto nuovo, qualcosa di mai accaduto prima nella storia millenaria dell’economia mondiale. In questo tempo di covid -19 dove le economie arrancano, la produzione si arresta, i governi sono pronti ad iniezioni di liquidità, i ricchi non accennano a diminuire, anzi.

Secondo le ultime stime i milionari nel mondo hanno raggiunto la ragguardevole cifra di quasi 52 milioni di individui. Spesso i patrimoni di questi ultimi sono supportati da beni immobiliari, ma buona parte si è affacciato nella dimensione dei sei zeri grazie al mercato azionario.

Il Ruolo Dei Governi E Delle Banche Centrali

L’era covid ha visto un alleggerimento dei requisiti necessari per l’accesso al credito, fenomeno che ha supportato da marzo a questa parte gli scambi azionari e la tenuta in genere del mercato immobiliare.

Si prevede che l’aumento dell’indebitamento pubblico avrà ripercussioni negative almeno nei prossimi due anni. Ma le iniezioni di liquidità stanno permettendo al momento di evitare uno stallo totale dell’economia, il che provocherebbe danni ben maggiori.

Debolezza Del Mercato Italiano: Quale Strada Per Gli Investitori

Quanto detto finora ci ha aiutato a capire come, indipendentemente dall’economia reale, i mercati azionari abbiano continuato a produrre le loro ricchezze.

C’è da dire che, seppur con una situazione della borsa italiana al momento in campo negativo, i traders hanno continuato e continueranno fare i propri investimenti. Ciò è possibile grazie al meccanismo, in uso nei mercati azionari, che permette di investire sui titoli anche in condizione di sell (vendita) oltre che di buy (acquisto).

Il mercato azionario, un tempo approdo per pochi traders, è divenuto oggi di ben più facile accesso. Ciò è stato reso possibile grazie all’avvento delle piattaforme di trading online. In alcuni casi le piattaforme offrono la formula del trading gratuito, cioè senza commissioni applicate alle singole transazioni.

Non lascia ombra di dubbio che una formula del genere abbia permesso ad un numero sempre maggiori di investitori di interessarsi ai mercati azionari globali, tra cui anche quello italiano.

Covid E Finanza: Dove Tira Il Vento

Fra tutti i venti minacciosi che si sono abbattuti sul mondo della finanza negli ultimi mesi, non c’è dubbio che i vincitori siano i big della tecnologia. Ciò è stato possibile grazie al particolare periodo che stiamo vivendo, in cui vengono scoraggiate le normali forme di socializzazione e nel quale il lavoro da casa ha raggiunto numeri da record. Apple, Amazon, Facebook, Google e Microsoft (fra i principali) ringraziano.

Ciò può dare un suggerimento agli investitori che decidano di rimanere in campo buy e che vogliano affacciarsi al mercato internazionale.

Come Reagirà L’Economia Italiana?

Fatto salvo che la situazione attuale non è delle più rosee, bisogna prendere in considerazione vari fattori nel decidere come reagirà il mercato italiano in uscita dalla crisi attuale.

Per prima cosa stiamo vivendo una crisi simmetrica, ovvero tutto il mondo si trova a far fronte allo stesso problema nello stesso momento. Inoltre la condizione finanziaria pre-covid non era critica quanto quella subito precedente la crisi del 2007/08.

Inoltre l’Italia possiede una enorme quantità di aziende a caratterizzazione familiare, cosa che regala alla nostra economia una resilienza notevole(Agnelli, Barilla, Del Vecchio, Ferrero, Lavazza, Marcegaglia, Menarini per citarne alcune). Statistiche di settore dimostrano infatti come, in tempo di crisi, le famiglie che si trovano dietro alle relative imprese siano disposte anche a re-investire maggiormente, mettendo in gioco addirittura il patrimonio personale, se in tempi di particolare difficoltà.

L’innovazione costante di queste imprese, non solo nel settore tecnico, capaci di “aprirsi” nel loro management, fa ben sperare per il futuro. I mercati sembrano attribuire un valore aggiunto a queste protagoniste del mercato italiano e di conseguenza pronti a premiare.

Il Futuro

Non vi è dubbio che l’impatto sull’economia mondiale ed italiana sia stato notevole da marzo a questa parte. Vi è stato un rallentamento della produttività, accompagnata da un ovvio rallentamento della crescita economica ed un cambio di direzione dei consumi. Tutto ciò ha avuto la conseguenza di un rallentamento dell’accumulo di ricchezza (anche se come detto vi sono state delle eccezioni).

Sicuramente al termine di questa crisi ci saranno dei vincitori, pronti a dettare le nuove regole del gioco, ed ovviamente dei vinti. Comunque sarà i mercati continueranno a produrre i loro numeri che sapranno remunerare gli investitori più lungimiranti.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sui diritti per i lavoratori per rimanere aggiornato su tutte le novità: