Disuguaglianze sempre maggiori e in crescita. I dati sulla spesa e sul blocco sociale in Italia

di Chiara Compagnucci pubblicato il
Disuguaglianze sempre maggiori e in cres

I ricchi spendono sempre di più

I ricchi spendono sempre di più e i poveri sempre di meno. Questo è il trend imperante dei consumi degli italiani. Bloccato l'ascensore sociale.

No, non è un quadro rassicurante quello che viene fuori dal rapporto Coop 2018. Anzi, i dati riferiscono come la situazione sociale stia peggiorando anno dopo anno e c'è un indicatore che più di altri è in grado di raccontare efficacemente la crescita delle disuguaglianze. I ricchi spendono sempre di più e i poveri sempre di meno. Questo è il trend imperante dei consumi italiani che certifica la separazione sempre più netta tra chi ha di più e chi ha di meno. E se volessimo tenere i considerazione tutta l'Italia e tutti gli italiani, emerge come il livello dei consumi sia comunque inferiore a quello registrato prima che esplodesse la crisi economica più devastante di questo millennio. Insomma, anche parlare di ripresina sembra un azzardo.

I ricchi spendono sempre di più e i poveri sempre di meno

Fa sorridere scoprire come gli italiani siano sempre più attratti dal bio e da una maggiore cura degli alimenti che mettono a tavola quando in termini di mobilità sociale, nessun Paese è ingessato come il nostro. Significa che chi è nato povero ha poche, pochissime possibilità di scalare posizioni. Se è nato povero è destinato a morire povero. E le ultime generazioni lo saranno più delle precedenti. Un secondo studio - Fair Progress? - lo evidenzia con estrema chiarezza: non ci sono Stati nell'Europa occidentale che presentano una situazione così critica come quella italiana. Parlare di ascensore sociale in un'epoca come questa appare allora terribilmente inopportuno.

Ed esiste poi un terzo rapporto, quello della Banca mondiale, che non fa altro che confermare tale disastrosa situazione: ogni giorno nel mondo nascono 400.000 bambini. Nessuno di loro - si legge nell'introduzione - sceglie il genere, l'appartenenza etnica, il luogo in cui si è venuti al mondo. Né le condizioni economiche e sociali della famiglia. Il punto di partenza della vita è una lotteria. E il problema è appunto che non si presenta una seconda possibilità perché la situazione di arrivo sarà uguale a quella di partenza, sia che si nasca ricchi e sia che si nasca poveri: è il risultato del blocco sociale, particolarmente avvertito in Italia.

I dati sulla spesa e sul blocco sociale in Italia

E allora, secondo i numeri contenuti nel rapporto Coop 2018, la spesa del 20% delle famiglie più ricche del paese è aumenta neli 12 mesi dello scorso anno del 3%. Quella del 20% più povero è calata del 3%. E non va meglio in questa prima parte dell'anno: -4% per chi non ce la fa, +2,8% per chi sta meglio. La forchetta si è insomma allargata.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sui diritti per i lavoratori per rimanere aggiornato su tutte le novità:
Ultime Notizie