Ecco il contratto dell'Airbus lasciato in eredità da Renzi. Tutti i dettagli svelati

Rivelati i dettagli dell'accordo tra Ministero della Difesa, Etihad e Alitalia. Il valore complessivo del contratto per l'Airbus è di oltre 144 milioni di euro.

Ecco il contratto dell'Airbus lascia

Airbus A340-500, superjet da 300 persone


In tempi di vacche magre fa discutere il contratto sottoscritto dall'ex presidente del Consiglio Matteo Renzi per il leasing dell'Airbus A340-500. A conti fatti si tratta di una cifra superiore a 80 milioni di dollari, pari cioè a circa 70 milioni di euro al cambio attuale, da inserire nel contesto di una intesa più ampia da oltre 144 milioni di euro fino al 2023 ovvero 50.000 euro al giorno. Oltre al leasing, sono infatti finanziati manutenzione, rimessaggio, riconfigurazione e allenamento dei piloti. A rivelare i dettagli dell'accordo sul jet tra Alitalia, Etihad e la Difesa è stato il Fatto Quotidiano, secondo cui non solo si tratta di una spesa spropositata e dunque poco conveniente per le casse statali. Ma soprattutto sostiene come sia un'operazione inspiegabile considerando l'ampia gamma di velivoli della flotta di Stato e la poca praticità del supejet.

Il contratto della discordia

L'espressione utilizzata per descrivere questa decisione è stata di capricci aerei ai danni dei contribuenti italiani. L'indice è insomma puntato sia sul costo dell'operazione e sia sulla sua utilità. A supporto di quanto scritto, il Fatto Quotidiano ha pubblicato l'estratto del contratto stipulato tra il segretario generale della Difesa e Alitalia, presieduta da Luca Cordero di Montezemolo, per l'affitto dell'Airbus A340-500 e con la compagnia di bandiera che avrebbe fatto da intermediario tra il governo e Etihad. Le parti coinvolte non sono casuali perché quest'ultima è la società che gestiva l'Airbus ed era stata coinvolta nel salvataggio della compagnia di bandiera. Stando allora a quanto sostenuto dal Fatto Quotidiano, il contratto avrebbe un costo complessivo di 144 milioni di euro, diviso per in 5 diversi lotti.

Il costo effettivo del leasing dell'Airbus sarebbe di 81 milioni e 312.000 dollari ovvero circa 70 milioni di euro. La beffa sarebbe anche un'altra: se il governo volesse rinunciare e non utilizzare più l'Airbus, sarebbe chiamato a pagare una clausola rescissoria. I 70 milioni di euro del leasing per il jet - scrive il Fatto - sono sborsati dallo Stato italiano ad Alitalia che si trattiene una piccola quota e versa il grosso in 96 rate che finiranno nel 2024. A ogni modo, nella cifra corrisposta sarebbero inclusi anche la manutenzione e i servizi Camo di ingegneria per 31 milioni e 751.000 euro, le operazioni di supporto, handling e ricovero in un hangar per 12 milioni e 500.000 euro, l'addestramento dei piloti per 4 milioni di euro, la riconfigurazione del velivolo, per ora bloccato alla fase del bando realizzato.

Airbus A340-500, superjet da 300 persone

L'Airbus A340-500, con le insegne provvisorie della Repubblica italiana, è molto spazioso, potendo ospitare 300 persone, ed è stato utilizzato solo da Paolo Gentiloni perché prima della consegna lo stesso Renzi si era dimesso. L'ex premier ha sempre negato spese folli per l'Airbus, confidando sulla riservatezza nella triangolazione tra Ministero della Difesa, Etihad e Alitalia, ma tutti i dettagli sarebbero adesso venuti fatalmente alla luce.