Elon Musk, ecco il mio innovativo lanciafiamme in vendita. E Tesla batte nuovi record

Elon Musk mostra il suo lanciafiamme e lo mette in vendita, è il più sicuro che esista. Nel frattempo la Tesla compie un importante record

Elon Musk, ecco il mio innovativo lancia

Elon Musk in prevendita il lanciafiamme della Boring Company


Elon Musk, ecco il mio innovativo lanciafiamme in vendita. E mostra video

Elon Musk continua a far parlare di sè, perchè uno dei suoi motti alla fine deve essere, con quasi assoluta certezza, "parlate di me comunque, bene o male, l'importante è che se ne parli". E con lui delle sue aziende.

Ora è in vendita il lanciafiamme

Il lanciafiamme della Boring Company una delle aziende di Elon Musk, famoso per la sua auto elettrica Tesla, ma ormai non solo ha fatto il giro del web, grazie solo ad alcuni tweet e alla fine è comparso davvero e si può preordinare a 500 dollari. Quando arriverà è un mistero, ma presto ha scritto Elon Musk che ha spiegato che si può anche personalizzare con uan propria scritta a 30 dollari

Tra l'altro Elon Musk ha spiegato di stare tranquilli che non servirà per difendersi dagli zombi che, secondo alcuni fanatici delle teorie del complotto, starebbe costruendo in una fabbrica segreta di soldati-zombie automatizzati e super innovativi per un apocalisse in arrivo. Nulla di tutto questo, il lanciafiamme è un oggetto, illustra sempre Musk, che si riverlerà assai utile per vivacizzare qualsiasi party e soprattutto sarà sicuro. E' il lanciafiamme più sicuro del mondo ha rassicurato..

E il record della Tesla Model 3

E le auto elettriche di lusso di Musk continuano a solleticare la fantasia degli utenti di tutto il mondo e non sono né il prezzo e né i cronici problemi nella consegna dei veicoli prenotati a suon di lauti anticipi, a frenare la corsa all'acquisto. Ci sono evidentemente validi motivi e alcuni di questi vengono forniti dallo stesso Musk con il taglio del traguardo di nuovi record. Come quello appena raggiunto dalla Tesla Model 3. Per andare da New York a Los Angeles sono stati sufficienti 50 ore, 16 minuti e 32 secondi. Tanto per essere chiari, la distanza tra le due città a stelle e strisce è di 4.600 chilometri. Il record ha permesso alla Model 3 di agganciare sulla giacchetta la coccarda di viaggio più veloce negli Stati Uniti con un veicolo elettrico

Non si tratta della prima volta che un veicolo Tesla balza agli onori delle cronache automobilistiche per il livello elevatissimo delle prestazioni. Basti pensare che lo stesso Alex Roy ovvero il redattore della rivista The Drive protagonista del viaggio, aveva percorso un anno fa lo stesso tragitto - da Redondo Beach fino all'Empire State Building - con un tempo maggiore. E a dirla tutta, ha anche fatto meglio di Jordan Hart e Bradly D'Souza che, a bordo di un modello S 85D, hanno avuto circa un'ora di tempo supplementare per tagliare il traguardo. Dalle parole si è dunque passati ai fatti con risultati sorprendenti che non possono che solleticare gli appetiti di chi ha tempo puntato all'acquisto di un'auto elettrica a firma Tesla. A tal proposito, il costo complessivo della ricarica per il viaggio dei record da New York a Los Angeles è stato pari a 100,95 dollari.

E c'è anche un altro punto a favore della Model 3 di Tesla. Il test è stato compiuto in pieno inverno: di conseguenza il lungo tragitto ha messo alla prova l'affidabilità, l'autonomia e la capacità dell'auto elettrica di affrontare viaggi a basse temperature.

Con la Model 3 Tesla entra ufficialmente nel segmento delle vetture medie. Le consegne sono in corso e i primi a ricevere la nuovo auto elettrica sono stati i dipendenti della società statunitense (quasi a mo' di precauzione) e i giornalisti di settore che hanno eseguito le prime prove. Ebbene, i giudizi sono positivi e viene raccontano della presenza del futuro a bordo dell'auto elettrica. Secondo Jameson Dow di Electrek, la Model 3 buona, divertente da guidare e, dettaglio non di poco conto, il livello di finitura è stato portato più in su. L'accelerazione è simile a quella di una Tesla 70D anche se non paragonabile a quella della Roadster. Un primo difetto balzato subito all'occhio è stata la scarsa visibilità posteriore, comunque compensata dall'attivazione della retrocamera. Pollice in su per la silenziosità della vettura, anche alle alte velocità. Giudizi positivi, anche se non eccellenti, per Tom Moloughney di InsideEV.