Giovanissimo irlandese riceve ambito premio scientifico da Google. Ecco cosa ha fatto

A vincere il prestigioso premio è stato un ingegnoso adolescente grazie al suo metodo di estrazione di microplastiche dall'acqua. Invenzione rivoluzionaria?

Giovanissimo irlandese riceve ambito pre

La soluzione definitiva per il problema microplastiche?

Un geniale adolescente irlandese ha appena vinto il prestigioso riconoscimento assegnato nell'ambito del Google Science Fair per il suo ingegnoso metodo di estrazione di microplastiche dall'acqua. Migliaia di partecipanti di età compresa tra 14 e 18 anni hanno partecipato all'edizione 2019 del concorso. Dei 24 finalisti internazionali, il diciottenne Fionn Ferreira è stato nominato vincitore per la sua tecnica di utilizzo di magneti e ferrofluidi, una combinazione di polvere di olio e magnetite per la raccolta di piccoli frammenti di plastica dai campioni di acqua.

Poiché la maggior parte delle microplastiche misura meno di 5 millimetri di diametro, è impossibile impedire ai piccoli inquinanti di finire negli oceani, nei laghi e nei corsi d'acqua urbani utilizzando i metodi di filtraggio ordinari. Eppure il giovane Fionn è stato in grado di raccogliere l'87% di microplastiche dai suoi campioni di acqua in 1.000 test diversi utilizzando il metodo ferrofluido.

Adesso che gli è stato assegnato il premio di 50.000 dollari da parte di Google, l'adolescente di West Cork confessa la speranza di implementare la tecnica di filtraggio negli impianti di trattamento delle acque reflue affinché gli inquinanti microplastici non raggiungano l'oceano.

La soluzione definitiva per il problema microplastiche?

A vincere il prestigioso premio è stato allora un ingegnoso adolescente grazie al suo metodo di estrazione di microplastiche dall'acqua. I minuscoli pezzi di plastica degradata, più piccoli di 5 mm, sono praticamente ovunque e da qualche anno si discute su come affrontare il problema, ma senza una soluzione definitiva. Che potrebbe però essere quella proposta da un adolescente irlandese.

Ferreira ha miscelato olio e polvere di magnetite in acqua piena di microplastiche. La miscela ha creato il ferrofluido, un liquido che si magnetizza in presenza di un campo magnetico. Le microplastiche si attaccano al ferrofluido grazie a un semplice magnete nell'acqua. Sponsorizzato da Lego, Virgin Galactic, National Geographic e Scientific American, il Google Science Fair è uno dei più prestigiosi premi scientifici che un adolescente può vincere. Ferreira parla già tre lingue, ha vinto una dozzina di altre competizioni scientifiche e il Massachusetts Institute of Technology ha riconosciuto la sua figura.

Dove si trovano le microplastiche e perché sono pericolose

Le microplastiche si staccano dagli indumenti durante il lavaggio, sono spesso incluse nei saponi e negli scrub per il viso e vengono create quando si rompono pezzi di plastica più grandi. Sono insomma praticamente impossibili da rimuovere dall'acqua. I piccoli pesci li mangiano, che a loro volta vengono mangiati da pesci più grandi, che a loro volta vengono consumati da noi.

Come racconta il giovanissimo Fionn, la concentrazione di materie plastiche prima e dopo è stata misurata con uno spettrometro di sua realizzazione e un microscopio. I risultati hanno supportato la sua ipotesi di un'estrazione pari all'85%. E arrivati a questo punto confessa di non vedere l'ora di applicare le sue scoperte e contribuire alla lotta contro le microplastiche negli oceani.

Ti è piaciuto questo articolo? star

Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il