Il canale 20: nuova rete gratuita di Mediaset parte martedì 3 aprile

Si comincia con la partita di Champions League Juventus Real Madrid. Nella programmazione anche serie TV e film per la fascia di pubblico giovanile.

Il canale 20: nuova rete gratuita di Med

Spazio a serie TV e film


Si chiama canale 20 ed è la nuova emittente gratuita di Mediaset. Farà il suo debutto martedì 3 aprile con un evento in grande stile: la partita di Champions League Juventus Real Madrid. Dal punto di vista strategico si tratta di una grande occasione per farsi conoscere a quel target di pubblico strategico. Raggiungibile molto semplicemente sul canale 20 del digitale terrestre, la programmazione passa infatti da quelle serie TV che vanno adesso così tanto di moda, ma anche da film usciti negli ultimi anni. Di conseguenza la primissima fascia d'età a cui si rivolge è quella dai 30 e i 35 anni e in seconda battuta a quella più ampia da 25 a i 55 anni. In fin dei conti i tempi sono cambiati e le rigide separazioni anagrafiche appartengono al passato.

Quale programmazione per il canale 20 di Mediaset

Entrando ancora di più nel dettagli, il pubblico di riferimento è un po' più maschile che femminile, ma anche in questo caso i confini sono piuttosto sfumati. La giornata di martedì è allora destinata a entrare nella storia della televisione (o comunque di Mediaset) proprio perché si tratta della data del debutto ufficiale.

Alle 7.05 canale 20 (o semplicemente 20) inizierà a trasmettere il segnale, ma solo alle 20.40 saranno visibili le prime immagini ufficiali, quelle della partita Juventus Real Madrid, valida per i quarti di finale di Champions League e rivincita ideale della finalissima delo scorso anno. Si prosegue con la prima punta della serie televisiva The Girlfriend Experience e quindi con il film Outcast di Nick Powell e con Nicolas Cage e Liu Yifei.

Largo spazio a serie TV e film

Ed è proprio dalla lettura dei titoli di film e serie TV di 20 che diventa chiaro perché l'emittente strizzi l'occhio al pubblico giovanile e a quelli cultura medio alta. Si va da The Last Kingdom, serie TV britannica ambientata nel IX secolo che racconta le vicende del giovane Uhtred e ispirata ai libri di Bernard Cornwell, al film The Sinner, basato sul romanzo di Petra Hammesfahr, da Mad Max: Fury Roadm, quarto capitolo della saga fantascientifica, alla serie The Girlfriend Experience prodotta da Steven Soderbergh che aveva diretto il film. In calendario anche il classico Benvenuti al sud e la storia dell'amicizia fra Alberto (Claudio Bisio), un direttore delle poste del Nord Italia e Mattia (Alessandro Siani), postino campano.

Mediaset-Vivendi scontro sempre più forte

Nello scontro sotterraneo, ma nemmeno troppo, tra Mediaset e Vivendi, l’azienda di proprietà di Silvio Berlusconi ha battuto un colpo importante. Ormai la battaglia tra i due colossi, che ha acquisito naturalmente una dimensione internazionale, si fa più dura. Non sono esclusi colpi di scena. La classica goccia che ha fatto traboccare il vaso questa volta va ricercata in una delle trasmissioni più seguite dell’emittente italiana: “L’Isola dei famosi”.  E non c’entrano le vicende legate al probabile consumo di marijuana di Francesco Monte.

No questa volta il problema è di natura molto più concreta. Prima di raccontare a che punto è lo scontro titanico tra Mediaset e Vivendi, partner e nemico al tempo stesso, bisogna rapidamente ripercorrere le tappe di una guerra che fa da sfondo a una trattativa che si è rivelata molto più complessa del previsto. Con i francesi nei panni del partner-nemico pronto alla scalata ostile per conquistare quote azionarie e diventare proprietari di Mediaset. E il colosso italiano a difendersi da questo assalto spregiudicato,

La battaglia si fa più dura nasce e lo scontro finale forse è dietro l’angolo. Il ritorno sulla scena pubblica di questa battaglia che, come un come un fiume carsico scorre sotterraneo e poi riemerge con tutta la sua energia, l’elemento che ha scatenato una nuova puntata di questa guerra è legato al sito web Dailymotion totalmente controllato proprio da Vivendi. Il portale pubblicava con regolarità notizie, video ed immagini riguardanti una delle trasmissioni di maggior successo di Mediaset, ovvero l’Isola dei Famosi.

Il colosso di proprietà di Berlusconi ha battuto un colpo in suo favore allorquando il Tribunale delle imprese di Roma ha ordinato al portale di rimuovere immediatamente tutto il materiale pubblicato senza autorizzazione. Per ogni giorno di ritardo il giudice ha imposto una sanzione di diecimila euro.

Questo scontro che si arricchisce di nuovi capitoli sta tenendo con il fiato sospeso non solo i diretti interessati, ma anche tutti quelli che vogliono sapere come andrà a finire questa situazione così intricata. Ovviamente Mediaset ha espresso molta soddisfazione, dopo la sentenza del Tribunale, per una misura che si inserisce nel solco della consolidata giurisprudenza orientata a tutelare il lavoro degli editori aggrediti dalle forme più diverse di pirateria online. Ora la parola passa al tribunale anche per un altro aspetto che scaturisce, nello specifico, dal fallimento della mediazione tra Mediaset e Vivendi per trovare un accordo sul contenzioso relativo al mancato contratto di Premium.