Invasione di formiche a Palazzo Chigi e il costo per disinfestazione è assai elevato

Spesa folle per una disinfestazione di formiche a Palazzo Chigi: 356,59 euro per pulire un solaio di una stanza degli uffici della presidenza del Consiglio

Invasione di formiche a Palazzo Chigi e

Invasione formiche Palazzo Chigi costo disinfestazione elevato

Improvvisamente e inaspettatamente le formiche invadono una stanza Palazzo Chigi: via alla disinfestazione che però, stando a quanto riportano le ultime notizie, implicherebbe costi davvero elevati.

Invasione formiche a Palazzo Chigi e cara disinfestazione

Le ultime notizie confermano una vera e propria invasione di formiche a Palazzo Chigi che da alcune si sarebbero notate sulle travi di una stanza in uno dei palazzi che ospitano gli uffici della presidenza del Consiglio. Secondo quanto riportato da il Tempo, segretariato generale lo scorso 19 marzo scorso aveva ordinato un intervento di disinfestazione per pulire completamente il solaio ligneo della stanza 2011 della sede di via della Mercede 96, a cento metri da piazza Colonna.

Costo della disinfestazione: 356,59 euro, Iva compresa. E si tratta di una spesa considerata decisamente elevata considerando le tariffe medie per operazioni del genere e l’impiego di un unico barattolo di insetticida fumigante da 20 grammi, che è stato pagato 71,96 euro da Palazzo Chigi, come riportato sulla relativa documentazione, ma online si trova anche a 15 euro.

Il resto della cifra è stata spesa per la manodopera, cioè due operai impegnati per 4 ore ciascuno, ma si tratterebbe di una operazione non tanto impegnativa da richiedere l’impiego di due operai.

Non solo disinfestazione pazza: le spese folli di Palazzo Chigi

L’elevato costo della disinfestazione di formiche a Palazzo Chigi è solo l’ultima spesa ‘folle’ della presidenza del Consiglio. Stando, infatti, alle ultime notizie riportate sempre da Il Tempo, la stessa presidenza del Consiglio non ha voluto lasciare Palazzo Verospi e qualche mese fa ha rinnovato il contratto d’affitto dell’immobile che si trova in via del Corso 374, poco distanze da Piazza Colonna, per altri sei anni pagando più di otto milioni di euro.

Il segretario generale della Presidenza del Consiglio ha scritto alla Morgan Stanley Sgr spa, che gestisce il fondo immobiliare di cui fa parte l’edificio, spiegando che in mancanza di una situazione allocativa meno onerosa, ci si avvale della clausola che prevede la possibilità di rinnovo del contratto di locazione per ulteriori sei anni (25 luglio 2018-24 luglio 2024), comunicando alla locatrice la volontà di proseguire la locazione.