Kiko, innovativo store con robot a Milano. E le invenzioni scelta nel 2017

Ad accogliere i clienti nel nuovissimo KikoiD inaugurato in corso Vittorio Emanuele ci pensa un robot con due braccia da comandare con una finestra touchscreen.

Kiko, innovativo store con robot a Milan

Kiko a Milano lancia KikoiD nuovo concept


Kiko presenta e lancia un modernissimo e innovativo negozio a Milano con robot e tecnlogia massima per la personalizzazione. E nel frattempo alcune invenzioni nel 2017

Dopo tanta attesa nasca KikoiD ovveo il nuovo concept della grande azienda di make-up con punto vendita sparsi in tutta Italia sia nelle vie dello shopping e sia nei grandi centri commerciali. La nuova sede non poteva che essere allestita nel prestigiosa corso Vittorio Emanuele di Milano, che già accoglie altri importanti brand del mondo della bellezza e della cosmetica. E chissà che non si tratta del primo passo di un percorso ben più lungo destinato ad allargarsi anche nel resto d'Italia. Il via è stato dato e la miccia accesa. Se ci sarà una deflagrazione di successo è tutto da scoprire, ma le premesse e i segnali che sono giunti dall'inaugurazione di oggi sono più che positivi.

KikoiD nel segno dell'innovazione

Ma cos'è KikoiD e di cosa stiamo parlando? Già il nome dovrebbe essere molto indicativo della direzione intrapresa: stiamo parlando di un negozio che fa dell'innovazione e della integrazione con il digitale la sua cifra. E così, una volta messo piede in questa area di 200 metri quadri, ad accogliere i clienti ci pensa un robot con due braccia da comandare con una finestra touchscreen. Proprio come se fosse lo schermo di uno smartphone o di un tablet. E a tal proposito non potevano mancare gli iPad equipaggiati con le app giuste per consigliare il trucco più adatto sulla base del tipo di pelle e delle sfumature di colore. Tutto molto bello e avveniristico come l'assistente digitale capace di personalizzare i prodotti con incisioni laser.

E c'è Private Room Kiko

La stella polare seguita dagli ideatori di KikoiD a Milano è quella della personalizzazione. A ognuna il suo trucco e l'attenzione che merita perché non tutto sta bene a tutti, anche i prodotti migliori e più costosi. Ecco allora che acquista maggior valore quella che è a tutti gli effetti la prima Private Room Kiko. Anche in questo caso è già la denominazione di questa sezione nelle grande area che dovrebbe suggerire il suo speciale contenuta. In buona sostanza si tratta di una stanza con tre postazioni per un make-up personalizzato. Tanto per avere un'idea delle menti dietro a questo progetto, il disegno di KikoiD è dell'architetto giapponese Kengo Kuma.

Non si tratta di un nome nuovo perché i più attenti conoscitore del brand sanno che il creativo collabora da anni con Kiko e ha già messo la firma sul format Kiko by Kengo Kuma al centro commerciale Oriocenter, vicino a Bergamo e al suo frequentato aeroporto, oltre che al negozio nel centro storico della città di Bologna. E a dirla tutta, il concept by Kengo Kuma ha fin qui trovato ospitalità in 13 punti vendita tra Madrid, Dubai, Bruxelles, Mosca e Parigi.

Migliori invenzioni del 2017: le innovazioni già in vendita o quasi

Stando a quanto riportano le ultime notizie, tra le migliori invenzioni di quest'anno, ancora non disponibile sul mercato, ma attesa a breve, l'Adidas Futurecraft 4D, nuova scarpa che permetterebbe di correre e saltare più in alto del solito, migliorando, dunque, le stesse prestazioni degli sportivi in movimento. Probabilmente questa scarpa aprirà una nuova era in fatto di calzature ginniche e l’atteso debutto sul mercato sarebbe al momento previsto per il prossimo mese di dicembre ma ancora non si sa quanto potrà costare. Rientrano tra le migliori invenzioni del 2017 anche la Nintendo Switch, console per videogiochi, e l'ultimo smartphone  iPhone X di Apple.

Migliori invenzioni del 2017: ulteriori elenco

Insieme a nuova Adidas Futurecraft 4D, Nintendo Switch e nuovo iPhone X, il lungo elenco delle migliori invenzioni del 2017 comprende, tra le altre, anche:

  1. Sight 3, speciali occhiali per ipovedenti che grazie ad algoritmi particolari e a telecamere ad alta definizione permettono a chi ha questa patologia di vedere meglio;
  2. Bempu, innovativo dispositivo medico pediatrico, orologio-termometro, che si allarma quando la temperatura del bimbo scende troppo;
  3. Oculus Go, visore per la realtà virtuale realizzato da CNET, una società controllata da Facebook, accessibile a tutti, considerando che il suo prezzo è di 199 dollari;
  4. Forward, esclusiva clinica che permette ai pazienti di accede ad un numero illimitato di test, visite e controlli medici di vario tipo;
  5. Vicis Zero 1, particolare casco da football molto flessibile e comodo, pensato e sviluppato da Sam Brown, neurochirurgo infantile, per garantire una maggiore sicurezza e un maggior assorbimento dei colpi.

Non mancano le grandi invenzioni culinarie, come il gelato ipocalorico Halo Op, a basso contenuto di calorie e zucchero, ma ricco di proteine e prodotto con un ingrediente segreto davvero unico, la stelvia. Potrebbero rientrare in questa categoria anche l’Ember Mug, una tazza che grazie ad un'apposita app, permette di mantenere la propria bevanda calda ad una specifica temperatura, e Tasty One Top, un piano cottura a induzione che permette di cucinare con tecniche diverse e, usato insieme all’app, permette di scegliere una tra circa 1.700 ricette e comunicarle al dispositivo, in modo da farlo mantenere ad una giusta temperatura in ogni momento.

Ma in questo 2017 sono state realizzate invenzioni anche destinate a lasciare il segno a livello planetario, come il NASA Mars Insight, un lander che la Nasa manderà su Marte il prossimo maggio 2018, concepito e realizzato con l’obiettivo di scavare sul posto e cercare di trovare indizi sulla storia del Pianeta Rosso.