Kit per il fotovoltaico fai da te. In 30 minuti si installa, arriva sul mercato

Il fotovaltaico diventa sempre più realtà per le case di tutti con risparmi davvero importanti ma anche con applicazioni interessanti e innovative

Kit per il fotovoltaico fai da te. In 30

Arriva sul mercato il kit per il fotovoltaico fai da te: si installa in 30 minuti


Il tempo dei dubbi legato al fotovoltaico appartiene al passato. La cosiddetta energia alternativa sta lentamente diventando quella prevalente nonostante qualche difficoltà tecnica di troppo relativa all'installazione degli impianti.

Fotovoltaico, kit fai da te facile e veloce

Ed è proprio pensando a queste difficoltà, che spesso e volentieri rappresentano un ostacolo all'acquisto, che è pronto per kit per l'autoinstallazione. Naturalmente non occorre una grande perizia tecnica, altrimenti la soluzione non avrebbe molto senso.

L'operazione si rivelerebbe semplice a tal punto che in 30 minuti  il tetto di casa è sistemato. In questo modo il risparmio sui costi di installazione prima e sui prezzi della bolletta poi sarebbe assicurato. Va da sé che una proposta di questo tipo è indicata a chi ha bisogno di una quantità di energia limitata ovvero a uso domestico e non di certo industriale.

Stando a quanto rivelano i promotori di questa idea ovvero la società indiana Waaree Energies, nel pacchetto Pronto (questo il nome assegnato) trovano spazio un modulo da 1-5 kW di capacità, l'inverter monofase o trifase, il sistema di staffaggio e un programma per tenere sotto controllo il sistema da remoto. Naturalmente non si può prescindere dai costi.

L'impegno di spesa richiesto agli utenti varia da 900 euro per il sistema da 1 KW fino a circa 4.000 per quello da 5 KW. Di interessante c'è anche la cura per il cliente perché la società garantisce un punto di assistenza a cui fare riferimento nel caso di difficoltà, anche nella fase di montaggio dei pannelli fotovoltaici. E anche se l'inverter andrà sostituito dopo 10 anni, la produzione di energia da parte dell'impianto domestico arriverebbe fino a 25 anni.

Nei vestiti i pannelli solari

La corsa dell’umanità verso un futuro che è sempre più presente non conosce soste. Così si scopre che indossare pannelli solari da sogno utopico si sta già trasformando in una realtà molto concreta. E tante sono le innovazioni frutto di ricerche e studi che si stanno cercando di conseguire con l'energia del sole, attraverso i pannelli solari oppurtamente ivisti e in molti casi rivoluzionati.
Dall'altra parte l'energia del sole è infinita, illimitata, senza costi, senza problemi di scarti e seppur talvolta se ne parli meno della rivoluzione elettrica, ad esempio nel mondo delle auto, ma non solo, è ancora molto presente

Questo grazie ad alcuni studiosi dell’Università di Cambridge che hanno pubblicato i risultati della loro ricerca sulla rivista scientifica Nature Communication.

Grazie a una collaborazione con la facility europea CUSBO del Dipartimento di Fisica del Politecnico di Milano si è giunti a un risultato davvero rivoluzionario: progettare celle fotovoltaiche innovative e dotate di una flessibilità che consentirà anche di indossarle. Il segreto risiede nell’utilizzo della perovskite al posto del silicio per la produzione.

In buona sostanza questa scoperta avrà delle ricadute concrete sull’economia, sull’ambiente e sulle abitudini degli esseri umani. Grazie a questa ricerca, infatti, si potrà lavorare allo sviluppo e alla produzione di pannelli solari ancora più leggeri ed economici così da poter essere tranquillamente indossati o inseriti nei tessuti.

Questo significa che ogni essere umano che acquisterà tali abiti diventerà una piccola centrale in grado di produrre energia solare con estrema facilità. La diffusione di questa energia rinnovabile sarebbe garantita dall’abbattimento dei costi. Uno dei corollari da non sottovalutare sarebbero i benefici per l’ambiente.

E auto elettriche solari

Il passo successivo alle auto elettriche? Semplice: le auto elettriche solari per cui è già scattata l'invitatione per un testdrive. La possibilità viene concessa anche in Italia e in più città. Viene proposta dall'azienda Motors di Monaco e gli interessati possono salire a bordo dell'auto elettrica solare Sion. Si tratta di una grande rivoluzione - ancora da testare fino in fondo - ma che dimostra come il comparto sia in continua evoluzione, la mobilità sostenibile è quella del futuro, se non del presente, e che i problemi di durata della batteria possono essere sapientemente aggirati. In fin dei conti, al di là del settore della mobilità, sono tante le applicazioni dell'energia solare.

C'è allora un calendario ben preciso di appuntamento in cui testare l'auto elettrica solare Sion. La possibilità viene concessa per far conoscere le potenzialità di questo mezzo, certo, ma anche alla luce del successo e della curiosità, con tanto di riscontri positivi, che ha suscitato il primissimo tour organizzato dall'azienda Motors di Monaco. E allora, gli italiani potrebbero sfruttare una di queste occasioni:

  1. Roma: 10 marzo, 11 marzo, 12 marzo
  2. Firenze: 17 marzo, 18 marzo
  3. Genova: 21 marzo, 22 marzo
  4. Torino: 23 marzo, 24 marzo
  5. Milano: 27 marzo, 28 marzo

Sono allora previste tappe in sei città con due (se non tre nel caso di Roma) opportunità differenti. Per iscriversi al test drive nella città interessata occorre semplicemente seguire le istruzioni presenti sul sito web sonomotors.com. In ogni caso, non c'è solo l'Italia a fare da palcoscenico al nuovo mezzo elettrico. Appuntamenti programmati anche in Austria, Belgio, Francia, Germania, Olanda e Svizzera.

Punto di distinzione dell'auto elettrica solare Sion è allora la capacità di alimentarsi con l'energia del sole. Il produttore assicura un'autonomia di percorrenza di 250 chilometri grazie alla presenza di celle solari integrate che convertono l'energia solare in energia elettrica. Insomma, nulla di diverso rispetto ad altre applicazioni. Il costo? Quello di listino è di 16.000 euro. Inizia allora una nuova era per la mobilità sostenibile?