Mediaset-Vivendi, la battaglia si fa più dura e si allarga sul web

Lo scontro tra Mediaset e Vivendi si arricchisce di un altro capitolo. Questa volta è il colosso di proprietà di Berlusconi a battere un punto a suo favore. Ma questa vicenda continuerà in tribunale

Mediaset-Vivendi, la battaglia si fa più

L'intricata vicenda Mediaset-Vivendi si arricchisce di un nuovo interessante capitolo. Ma sarà il tribunale a decidere sulla scalata ostile dei francesi dopo il fallimento della mediazione


Nello scontro sotterraneo, ma nemmeno troppo, tra Mediaset e Vivendi, l’azienda di proprietà di Silvio Berlusconi ha battuto un colpo importante. Ormai la battaglia tra i due colossi, che ha acquisito naturalmente una dimensione internazionale, si fa più dura. Non sono esclusi colpi di scena. La classica goccia che ha fatto traboccare il vaso questa volta va ricercata in una delle trasmissioni più seguite dell’emittente italiana: “L’Isola dei famosi”.  E non c’entrano le vicende legate al probabile consumo di marijuana di Francesco Monte.

No questa volta il problema è di natura molto più concreta. Prima di raccontare a che punto è lo scontro titanico tra Mediaset e Vivendi, partner e nemico al tempo stesso, bisogna rapidamente ripercorrere le tappe di una guerra che fa da sfondo a una trattativa che si è rivelata molto più complessa del previsto. Con i francesi nei panni del partner-nemico pronto alla scalata ostile per conquistare quote azionarie e diventare proprietari di Mediaset. E il colosso italiano a difendersi da questo assalto spregiudicato,

La battaglia si fa più dura

La battaglia si fa più dura nasce e lo scontro finale forse è dietro l’angolo. Il ritorno sulla scena pubblica di questa battaglia che, come un come un fiume carsico scorre sotterraneo e poi riemerge con tutta la sua energia, l’elemento che ha scatenato una nuova puntata di questa guerra è legato al sito web Dailymotion totalmente controllato proprio da Vivendi. Il portale pubblicava con regolarità notizie, video ed immagini riguardanti una delle trasmissioni di maggior successo di Mediaset, ovvero l’Isola dei Famosi.

Il colosso di proprietà di Berlusconi ha battuto un colpo in suo favore allorquando il Tribunale delle imprese di Roma ha ordinato al portale di rimuovere immediatamente tutto il materiale pubblicato senza autorizzazione. Per ogni giorno di ritardo il giudice ha imposto una sanzione di diecimila euro.

Mediaset-Vivendi la parola al tribunale

Questo scontro che si arricchisce di nuovi capitoli sta tenendo con il fiato sospeso non solo i diretti interessati, ma anche tutti quelli che vogliono sapere come andrà a finire questa situazione così intricata. Ovviamente Mediaset ha espresso molta soddisfazione, dopo la sentenza del Tribunale, per una misura che si inserisce nel solco della consolidata giurisprudenza orientata a tutelare il lavoro degli editori aggrediti dalle forme più diverse di pirateria online. Ora la parola passa al tribunale anche per un altro aspetto che scaturisce, nello specifico, dal fallimento della mediazione tra Mediaset e Vivendi per trovare un accordo sul contenzioso relativo al mancato contratto di Premium.

Il mediatore della Camera Arbitrale di Milano, secondo quanto riportato dal Sole 24 Ore, ha scritto alle parti dichiarando chiusa la mediazione senza aspettare l’ultimo incontro che era stato calendarizzato per lunedì 26 febbraio. Questo significa, per l’appunto che il 27 febbraio la causa civile davanti al giudice Vincenzo Perozziello del Tribunale di Milano riprenderà regolarmente e sarà il tribunale a stabilire chi ha ragione e chi ha torto. Una notizia, quella del fallimento della mediazione, che non ha inciso sulla quotazione in borsa del titolo Mediaset.







Ti è piaciuto questo articolo?





Commenta la notizia
di Luigi Mannini pubblicato il