Nutella, grande eco internazionale per indagine aperta. Ecco su cosa e motivi

La notizia ha ricevuto una grande eco internazionale. Se ne sono occupati i maggiori media a partire dal New York Times. Bisogna procedere con cautela senza lasciarsi andare a giudizi affrettati

Nutella, grande eco internazionale per i

Un movimento internazionale vuole aprire un'indagine su Nutella. Scopri di cosa si tratta

Sicuramente la Nutella è uno dei prodotti alimentari che ha incontrato il maggior successo tra i più giovani, ma non solo. Una tentazione alla quale è difficile resistere vista la bontà della crema di nocciole e cioccolato più famosa della Terra. Salita alla ribalta della cronaca già qualche anno fa quando, al centro delle polemiche era finito l’olio di palma che secondo alcuni studi sarebbe stato dannoso per la salute. La multinazionale era corsa al riparo sostituendo l’ingrediente incriminato senza per questo alterare il gusto della crema.

Nutella di nuovo nell’occhio del ciclone

Nutella è finita di nuovo nell’occhio del ciclone questa volta a causa delle nocciole coltivate in Turchia, un paese dove non sempre i diritti vengono rispettati. Anche quelli dei minori. Ed è proprio su quest’aspetto, che si vuole fare chiarezza dopo la mobilitazione di We move, un movimento internazionale di cittadini con sede a Berlino che promuove campagne di interesse umanitario o sociale. E che ha richiesto un’indagine per capire se in questo caso viene sfruttato il lavoro minorile. Questa notizia ha ricevuto una grande eco internazionale visto che se ne sono occupati i maggiori giornali a partire dal New York Times. Bisogna stare però attenti a procedere con la massima cautela senza lasciarsi andare a giudizi affettati.

Grande eco internazionale per Nutella

La grande eco internazionale che la notizia ha suscitato ha riportato la Nutella al centro del dibattito. Anche uno dei quotidiani più prestigiosi del mondo, il New York Times ha dedicato tanto spazio all’indagine che potrebbe partire per capire se la multinazionale ha sfruttato il lavoro minorile. Un argomento delicato che nasce dal fatto che in Turchia la legge che tutela i diritti dei lavoratori non si applica alle aziende agricole con meno di cinquanta dipendenti, che sono la maggioranza di quelle coinvolte nella produzione di nocciole. Ferrero ha più volte evidenziato il suo impegno per combattere la piaga del lavoro minorile, anche se il controllo su una produzione così frammentata risulta quasi impossibile.

L’indagine per capire se Nutella sfrutta lavoro minorile

E sono proprio per le condizioni della Turchia, che non sempre ha mostrato di essere attenta al rispetto dei diritti dell’uomo, a destare qualche preoccupazione sul fatto che per la produzione delle nocciole che costituiscono uno degli ingredienti principali della Nutella, venga sfruttato il lavoro minorile. Il movimento internazionale We move vuole vederci chiaro e, con tutta la prudenza del caso, ha ben pensato di promuovere un’indagine in collaborazione con l’organizzazione turca Centro per i diritti dei bambini per verificare e documentare queste accuse, e nel caso in cui fossero confermate indurre la Ferrero a rescindere i contratti con le aziende che impiegano bambini.

Ferrero sta cercando di risolvere il problema

Nel frattempo la Ferrero sta cercando di risolvere il problema acquistando da altri paesi e promuovendo la coltivazione delle nocciole in Italia attraverso il Progetto Nocciola. Resta da capire se e come sia possibile conciliare coltivazioni e produzioni intensive con la tutela dell’ambiente e il rispetto dei diritti dei lavoratori.

Ti è piaciuto questo articolo? star

Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il