Operai con esoscheletro innovativo. Alla Ford non è più fantascienza

Non c'è solo il facile richiamo all'Iron Man perché siamo davanti alla prima volta in cui componenti robotiche sono integrate in una catena di montaggio.

Operai con esoscheletro innovativo. Alla

Operai Ford con esoscheletro


Operai con uno esoscheletro come Iron Man o un cyborg non sono più fantascienza, ma realtà almeno in alcune fabbriche della Ford.

Operai Ford come Iron Man? Almeno a osservare quelli dell'impianto di produzione di Valencia verrebbe da dire di sì. Perché qui nella città spagnola è in corso la sperimentazione degli esoscheletri potenziati per aiutarli in alcune mansioni ben precise. Quelle faticose, per intenderci, così da dare loro la possibilità di gestire e sollevare oggetti pesanti con maggiore facilità. Da una parte l'azienda pura a migliore il livello di produttività, dall'altra si tratta di aumentare la sicurezza dei lavoratori e garantire una migliore sicurezza. Gli esoscheletri, realizzati in titanio ultraleggero e in fibra di carbonio, forniscono un aiuto per la zona delle spalle e della schiena, scaricando il peso sui fianchi. In questo modo le possibilità di inciampare in un infortunio sul lavoro sono destinate a calare.

Ford: produzione sempre più innovativa

L'importanza di questo passaggio va ben al di là del facile richiamo all'Iron Man perché siamo davanti alla prima volta in cui componenti robotiche sono integrate in una catena di montaggio. A conti fatti sono 9 le tute utilizzate e altre 20 sono già state ordinate e programmate per lo stabilimento di Valencia che, si ricorda, è lo stabilimento di produzione di Mondeo, Galaxy, Kuga, S-Max e Transit Connect. In buona sostanza si tratta tute robotiche da indossare per sollevare e manovrare gli oggetti pesanti ovvero di peso superiore ai 3 chilogrammi.

Si rivelano strategiche soprattutto nel caso di posizioni scomode. Si può dire che siamo davanti a un'azienda lungimirante che pensa al futuro? La risposta è affermativa se si pensa che da qui a tre anni, il 25% dei cittadini europei sarà ultrasessantenne. Ma soprattutto che i disturbi muscoloscheletrici rappresentano il 61% di tutte le malattie professionali.

E in Italia?

Vale la pena far presente come tra gli incentivi del piano nazionale Industria 4.0 rientrino anche quelli per l'acquisto degli esoscheletri. Come spiegato da Dale Wishnousky, vicepresidente Manufacturing di Ford Europa, lavorare sulle linee di produzione richiede conoscenze, abilità e può essere fisicamente molto impegnativo. Gli exoskeleton suits potrebbero sembrare qualcosa di fantascientifico, ma aiutano a ridurre lo stress dei dipendenti e a rendere più semplici le attività fisicamente più pesanti. Lo storico produttore di auto rende noto di aver ottenuto una riduzione del tasso di incidenti tra i dipendenti, una diminuzione del 90% delle problematiche legate all'ergonomia, dovute a movimenti eccessivi o alle attività su componenti difficili da installare.