Italia, tra i primi a livello aerospaziale con Piaggio Aerospace P.1HH Hammerhead

Il velivolo è in grado di raggiungere 13.700 metri di altezza con una permanenza in volo di oltre 16 ore. A gestire le missioni ci pensa una stazione di terra.

Italia, tra i primi a livello aerospazia

Piaggio Aerospace P.1HH


Lo spunto per questo approfondimento arriva dal successo della sperimentazione del drone europeo di classe Male (Medium altitude long endurance). Leonardo ha condotto l'attività utilizzando il velivolo a pilotaggio remoto Piaggio Aerospace P.1HH "Hammerhead" come test per lo sviluppo, integrazione e verifica di capacità che abilitino i droni a volare in sicurezza in spazi aerei non segregati fuori dalla copertura radio terrestre. I numeri sono tutti dalla sua parte: questo è infatti un velivolo biturboelica da 6 tonnellate a pilotaggio remoto in grado di operare per dieci ore e mezzo a 1.500 chilometri dalla base di partenza o per 16 ore totali e fino a 4.400 miglia nautiche di distanza, a una velocità di oltre 600 chilometri orari.

I compiti e le missioni del velivolo

HammerHead è un sistema aereo a pilotaggio remoto composto dal segmento, una ground control station e dai sistemi integrati di navigazione e missione. Ma non si è trattato del debutto perché P.1HH aveva già effettuato una dimostrazione in Europa ovvero il rilascio di un carico di beni essenziali seguito dall'atterraggio in modalità automatica senza assistenza al volo. Destinato a missioni di sorveglianza aerea, pattugliamento terrestre, costiero e marittimo, dal punto di vista tecnologico Piaggio Aerospace P.1HH "Hammerhead" è in grado di decollare e atterrare in totale autonomia e si colloca inevitabilmente nella fascia alta dei velivoli a pilotaggio remoto Male (Medium altitude long endurance).

Il velivolo è in grado di raggiungere 13.700 metri di altezza con una permanenza in volo di oltre 16 ore. A gestire le missioni ci pensa una stazione di terra collegata attraverso un sistema di comunicazione in linea di vista e via satellite oltre la linea di vista, così da permettere il controllo remoto dei sistemi di navigazione e di missione dell'aeromobile.

Gioiello dell'industria aerospaziale italiana all'avanguardia

Provando a fare un passo indietro, si ricorda come Piaggio Aerospace P.1HH "Hammerhead", gioiello dell'industria aerospaziale italiana all'avanguardia, derivi dalla piattaforma P.180 Avanti, evidentemente rivista con una nuova configurazione aerodinamica, maggiore estensione alare e una superiore capacità di carico utile. Il tutto con il risultato di una indovinata combinazione du interventi strutturali alla consolidata configurazione turboprop a eliche spingenti e tre superfici portanti. Da segnalare che la sezione esterna delle ali del P.1HH UAV è rimovibile per consentire la trasportabilità del velivolo via terra rendendo possibile l'impiego del sistema in ogni scenario operativo.