Poste Italiane, nuovo sistema di pagamento con Postepay e non solo

di Luigi Mannini pubblicato il

Nuovo sistema di pagamento con un semplice tocco di dita da Poste Italiane e sistemi anti truffe: le ultime novità e cosa c’è da sapere

Poste Italiane, nuovo sistema di pagamen

Poste italiane pagamento dita sistema fingerprint

E' stato battezzato Fingerpint il nuovo sistema introdotto da Poste Italiane che permette di pagare semplicemente con l'impronta digitale.

Poste Italia: sistema Fingerprint

Fingerprint permette di effettuare ogni genere di pagamento semplicemente con un tocco del dito sul proprio smartphone. Per poter usufruire di questa nuova funzionalità tramite impronta digitale, l’utente deve essere in possesso di un dispositivo compatibile, deve salvare l’impronta nelle impostazioni del device e abilitare almeno un prodotto, tra conto e carte, comprese PostePay ovviamente, ai pagamenti in app. Dopodichè fingerprint potrà sempre essere gestito semplicemente accedendo alla sezione ‘Accesso e autorizzazione’.

Fingerprint usa un sensore che rileva le impronte degli utenti e può essere utilizzato anche con ‘Paga con Postepay’ per gli acquisti diretti all’interno dei siti di ecommerce. Una effettuato l’acquisto, di qualsiasi genere esso sia, gli utenti riceveranno una notifica con il riepilogo del pagamento e potranno autorizzare l’operazione stessa con la loro impronta digitale senza dover inserire alcun dato relativo alla carte.  Alla luce delle ultime notizie, potremmo dire che Fingeprint rappresenta una importante soluzione di pagamento, considerando che ben 17 milioni di clienti che usano le app collegate alle carte di pagamento Postepay possonoo trasferire denaro ed eseguire operazioni attraverso la sola impronta digitale.

Poste Italia e truffe: minacce continue

Il nuovo sistema di pagamento Fingerprint risulterebbe, stando a quanto spiegato, anche particolarmente sicuro e si tratta di un aspetto fondamentale, considerando che le truffe per i clienti di Poste Pay, o minacce delle stesse, sembrano essere all’ordine del giorno. Le minacce di truffa ai clienti Poste Pay arrivano solitamente ormai da email ed sms fake, finte comunicazioni che permettono ai truffatori, molto spesso, di impossessarsi dei dati e delle credenziali degli utenti dei conti di Poste Italiane, avendo, dunque, la possibilità di prender loro tutti i soldi. Occhio, dunque, alle email che si aprono e ai link in esse contenute. Meglio prima verificare di cosa si tratti. Meglio non aprire mai nulla che sia esplicitamente riconducibile a Poste Italiane.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sui diritti per i lavoratori per rimanere aggiornato su tutte le novità: