Postepay Evolution conviene o non conviene. I pro e contro

di Chiara Compagnucci pubblicato il
Postepay Evolution conviene o non convie

Conviene o no Postepay Evolution

La capacitÓ Ŕ stata quella di rinnovarsi ovvero di affiancare alla versione iniziale della Postepay altre varianti che permettono ai risparmiatori di allargare la sfera d'azione.

La forza di Postepay si spiega con molta facilità: siamo davanti a uno strumento che convince per via dei bassi costi di gestione e per la moltitudine di servizi che è in grado di offrire.

Ma da soli non basterebbero per far rimanere questa carta ai vertici delle preferenze e con una larghissima percentuale di utilizzo.

La capacità è stata quella di rinnovarsi ovvero di affiancare alla versione iniziale della Postepay altre varianti che, sebbene più costose, permettono ai risparmiatori di allargare la sfera d'azione. In questo modo questa carta è stata in grado di rinnovarsi mantenendosi fedele a se stessa. Il tutto con la garanzia di Poste italiane.

Nonostante qualche critica di troppo per via della lentezza di alcuni servizi e per la consegna della corrispondenza non sempre puntuale e impeccabile, il player si distingue per solidità finanziaria e capillarità sul territorio italiano.

Che siano grandi o piccoli, in tutti le città italiani è quasi sempre disponibile un ufficio postale, utile anche per attivare o ricaricare la propria carta Postepay. Vediamo in questo articolo

  • Conviene o no Postepay Evolution
  • Postepay Evolution, i pro e contro

Conviene o no Postepay Evolution

A differenza di altre carte, Postepay Evolution dispone di numerose frecce nel suo arco per cercare di fare centro tra le preferenze dei consumatori.

Rispetto alla Postepay Standard dispone infatti di tre utili funzioni più che fanno pendere la bilancia dalla parte della convenienza.

Innanzitutto consente di accreditare stipendio o pensione direttamente sulla carta poiché è dotato di Iban come qualunque tipo di conto corrente.

Quindi permette di disporre e ricevere bonifici e infine di domiciliare le utenze e pagare bollettini. Il tutto senza dimenticare l'opzione di effettuare pagamenti senza fili o online utilizzando il proprio smartphone.

Rispetto ad altre carte Postepay c'è però un tassello che fa venire meno la convenienza ed è quello del canone annuo da versare, pari a 12 euro per tutta la durata del possesso. E senza dimenticare il costo di emissioni di 5 euro, a cui aggiungere 15 euro di ricarica minima sulla carta.

Postepay Evolution, i pro e contro

Postepay Evolution si pone come una carta prepagata utile per le principali operazioni bancarie. I principali vantaggi di Postepay Evolution vanno quindi ricondotti in questa area, ma non vanno dimenticati i limiti che rappresentano i veri e propri contro.

Il plafond della carta è infatti di 30.000 euro e nella valutazione dell'importo massimo di ricarica occorre tenere conto anche del tetto di 100.000 euro di ricarica sul totale delle carte Postepay Evolution intestate alla stessa persona.

Sono quindi applicati altri limiti anche in relazione alla ricarica: non più di 3.000 euro per operazione e massimo 2 ricariche giornaliere dallo stesso ordinante. E poi ci sono le soglie giornaliere di prelievo da considerare: 600 euro al giorno e 2.500 euro.

Naturalmente da da ATM bancario o postale poiché allo sportello è sempre possibile prelevare una cifra maggiore. Ecco quindi che su POS di negozi e commercianti, la soglia massima di pagamento è di 3.500 euro mentre quella mensile è di 10.000 euro.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sui diritti per i lavoratori per rimanere aggiornato su tutte le novità:
Ultime Notizie