Risparmiare in criptovalute: ne vale la pena?

di Lorenzo Pascucci pubblicato il
Risparmiare in criptovalute: ne vale la

Risparmiare in criptovalute

E' conveniente investire in criptovalute? E' un settore inflazionato o che prevede una crescita costante?

Le criptovalute: alzi la mano chi non ne ha mai sentito parlare. Ok, vediamo qualche mano alzata. Proviamo così: Bitcoin, alzi la ma no chi non ne ha mai sentito parlare. Ecco che le mani si sono abbassate tutte! Ebbene, il Bitcoin è semplicemente la prima e più famosa criptovaluta esistente.
Diciamo la prima solo perché, dal 2009 (anno di nascita di questo nuovo "conio"), tante monete come questa hanno visto la luce. 

Ovviamente abbiamo anche pensato che sarebbe stato bello essere come i primi "minatori" di Bitcoin, avere la giusta intuizione e investire un piccolo gruzzolo in criptomonete per poi vederci, nel corso degli anni, diventare ricchi in modo del tutto spropositato (talvolta francamente irragionevole!).
E pensate a quei poveri sfortunati che, dopo tanti anni, hanno perso le credenziali d'accesso ai loro conti: sono ricchissimi, ma non possono raggiungere nemmeno un briciolo della loro ricchezza. Ebbene sì, succede anche questo. Quindi, ricordate: se volete investire in criptovalute, tenete come un tesoro i dati associati al vostro conto, perché, persi quelli, perso tutto!
Ma facciamo un passo indietro e cerchiamo di rispondere alla domanda presente nel titolo di questo articolo: vale la pena investire in criptovalute?

Investire sì, ma con un occhio di riguardo

Se il caro e vecchio mattone non ci da più le garanzie di una volta, se il materasso non ci sembra una buona soluzione e la nostra banca non ci riserva grossi interessi, ecco che forse non sappiamo più dove sbattere la testa per trovare una degna collocazione ai nostri risparmi. Niente paura, le criptovalute possono essere davvero una buona soluzione. Certo, a patto che siamo disposti a studiarle, valutarne un po' l'andamento e a scegliere quella che, tra le tantissime, ci da più garanzie di successo.

Investire oggi in Bitcoin non è una grande idea, dato che il botto che questa moneta poteva fare, già lo ha fatto, e parliamo di variazioni non così grandi da permetterci di arricchirci, qualora non lo fossimo già. I nomi, però, sono davvero moltissimi: Dash, Monero, Litecoin, Ethereum e decine di altri, potrebbero esservi passati sotto agli occhi negli scorsi anni o negli scorsi mesi. Bene, dobbiamo studiare. E studiare anche il mezzo attraverso il quale mettere. a segno i nostri investimenti: una piattaforma di scambio di criptovaluta è esattamente quello che stiamo cercando. Un template chiaro e coerente, informazioni leggibili, andamenti e grafici che possono farci meglio capire le situazioni di ogni valuta a cui siamo interessati.
Tutto questo e anche di più: niente di meno, comunque, quando si tratta di investire i nostri sudati risparmi. 

Insomma, la risposta è sì: vale davvero la pena buttarsi in questo mare, ma solo se affiancati dal giusto studio e dai giusti mezzi. 
Forse non diventeremo straricchi come i primi che hanno deciso di investire in Bitcoin (ma, del resto, avete visto quanti dollari vale oggi un Bitcoin? La bellezza di 47.850 euro. Vi immaginate averne acquistati solo una decina nel lontano 2009? Qualcuno ha una Delorean?).
No, la macchina del tempo non l'abbiamo, ma gli strumenti per investire saggiamente nel presente, quelli sì!

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sui diritti per i lavoratori per rimanere aggiornato su tutte le novità: