Ryanair, considerati come bestie denunciano italiani dei voli da Berlino e da Londra

Perché comunicare la notizia dell'annullamento del volo a pochissimi minuti dall'orario di partenza se la decisione era stata assunta il giorno precedente?

Ryanair, considerati come bestie denunci

Ryanair, volo Cuneo-Cagliari cancellato


SItuazione complessa e difficile per il maltempo, ma certo non giustificabile, se venissero confermato, si attende ancora una risposta della società, i trattamenti ricevuti dai passeggieri dei voli saltati che parlano di una vera e propria odissea.

Non è affatto un buon momento per la compagnia aerea low cost Ryanair e il problema è che questo periodo nero si sta prolungando da troppo tempo. Le proteste di queste giorni sono duplice. Da una parte ci sono le cancellazioni dei voli a ridosso della partenza. Già questo è un motivo sufficiente per mandare su tutte le furie i passeggeri mancati, tra cui quelli del volo Cuneo-Cagliari, che sarebbe dovuto arrivare in terra sarda alle 13.35 con partenza alle 12.15, rimasti improvvisamente a terra. In seconda battuta, gli stessi (mancati) viaggiatori lamentano il trattamento subito dalla società di trasporto ovvero l'assenza di assistenza e con le informazioni ridotte al minimo indispensabile. Anzi, un po' meno del necessario. Il punto è che queste proteste si aggiungono alle tante di questi giorni per altri voli improvvisamente tagliati o con troppi disagi, come Genova-Catania, Verona-Cagliari e Berlino Palermo.

Cancellato volo Ryanair Cuneo-Cagliari, passeggeri su tutte le furie

Quella registrata è allora l'ennesima odissea dei passeggeri di rientro nella natia Sardegna (ma non solo, naturalmente) in occasione delle festività natalizie ormai alle porte. Ma perché, si domandano i clienti Ryanair che si erano presentati all'aeroporto convinti di imbarcarsi, comunicare la notizia solo a pochissimi minuti dall'orario di partenza se la decisione era stata assunta il giorno precedente? Secondo l'ex presidente della Regione Sardegna, Ugo Cappellacci, è indispensabile l'intervento della giunta regionale perché alla base di questo trattamento ci sarebbe, a suo dire, una discriminazione territoriale. "Non dobbiamo consentire a nessuno di trattare i sardi come bestie" sono state le sue durissime parole. In effetti, se la notizia dovesse essere confermata, si rimane sorpresi della cancellazione del volo a 10 minuti dal semaforo verde.

Non solo, ma l'indice è stato puntato anche per la poca assistenza ricevuta tra la mancanza di autobus per raggiungere un altro aeroporto, magari quello di Torino, per cercare altre soluzioni per la partenza ed evitare di sobbarcarsi altre spese per l'alloggio. Una ennesima brutta vicenda a cui la compagnia aerea ha cercato di mettere una toppa ricollocando i viaggiatori in altri voli programmati tra giovedì e venerdì.

Non solo Cuneo-Cagliari: altri voli saltati all'ultimo minuto

Non c'è la vicenda del Cuneo-Cagliari a collocare Ryanair nell'occhio del ciclone perché una disavventura simile è capitata nella giornata di ieri ai passeggeri del volo Berlino-Palermo. La partenza è stato cancellata per via del maltempo, costringendo i viaggiatori a trascorrere una notte supplementare in terra tedesca e, se non assicurati al momento dell'acquisto del ticket, a comprare un nuovo biglietto. E che dire della cancellazione del volo Volotea Genova-Palermo della scorsa domenica. Esito e dinamiche sono stati gli stessi, mettendo così in luce la difficoltà della compagnia aerea nella gestione di queste situazioni. Inevitabile la pioggia di ricorsi e di richieste di rimborsi o di risarcimenti che attenderà Ryanair.