Sostenibilità, pila che non si scarica mai e differenti innovazioni interessanti italiane

Vi sono una serie di invenzioni che sono assolutamente interessanti per quanto l'ecosostenibilità e hanno patria in Italia, create e fatte da italiani

Sostenibilità, pila che non si scarica m

Ecosostenibilità in Italia: IdeeGreen, la società più innovativa


La pila della durata eterna, ma anche i pannnelli solari sui vestiti mostrano come le società italiane, le singole persone o università italiane siano tra i protagonisti anche delle innovazioni sostenibili che potrebbe cambiare davvero il mondo in meglio.
 

Una serie di invenzioni tra migliori per l'ecosostenibilità in Italia create da società innovative sia grandi, media (IdeaGreen) che piccole, o realizzata da singoli inventori oppure da ricerctori e scienziati italiani a livello universitario.

Batteria che dura per sempre

Davvero una bella vicenda quella dell'ingenere italiano che ha inevtato e brevettato la pila che dura in eterno e che la dimostrazione della grande capacità tecnologia e innovativa tutta italiana. Ma è anche una storia che esemplifica come da noi, per fare qualcosa di buono, occorre avere grinta, sapersi muovere da soli e spendere i propri soldi.

Una pila che duri per sempre in eterno, o quasi è quella inventata e brevettata da un Gianni Lisini, ricercatore italiano.

Gianni Lisini è un ingenere elettronico con specializzazione in astofisica che lavora presso lo Iuss di Pavia, quarantenne, vive a Voghera.
Come racconta lui stesso ha lavorato da solo al progetto e tutto a suo carica l'ha brevettata prima in Italia e poi in tutto il mondo con dei costi non da poco e una procedura non così immediata. L'ha fatta nel 2014 e dopo un anno l'idea era esclusivamente sua, di sua proprietà.

La batteria

E ora la batteria, che non dura per sempre, ma ben 20 anni è stata, finalmente, resa pubblica e fatta conoscere al mondo a Pisa, durante, il Jotto Fair.
La batteria è stata creata con un accumulatore chimico affiancato da un condensatore innovativo che può avere 5mila Farad e dunque poter effettuare infinite cariche e scariche. E il brevetto illustra come unire questi due sistemi e farli funzionare.
E ora vi già diverse imprese che lo stano contattando e stanno provando le sue batterie, fino realizzate in due prototipi.
E gli ambiti di utilizzo sono davvero tanti, basti pensare al trasporto pubblico elettrico con iìveicoli che potrebbero andare per 20 anni senza nessun ricamabio di batteria. 
E al momento si stanno testando queste super batterie in una centralina per il meteo.

Pannelli solari nei tessuti

La corsa dell’umanità verso un futuro che è sempre più presente non conosce soste. Così si scopre che indossare pannelli solari da sogno utopico si sta già trasformando in una realtà molto concreta. E tante sono le innovazioni frutto di ricerche e studi che si stanno cercando di conseguire con l'energia del sole, attraverso i pannelli solari oppurtamente ivisti e in molti casi rivoluzionati.
Dall'altra parte l'energia del sole è infinita, illimitata, senza costi, senza problemi di scarti e seppur talvolta se ne parli meno della rivoluzione elettrica, ad esempio nel mondo delle auto, ma non solo, è ancora molto presente

Questo grazie ad alcuni studiosi dell’Università di Cambridge che hanno pubblicato i risultati della loro ricerca sulla rivista scientifica Nature Communication.

Grazie a una collaborazione con la facility europea CUSBO del Dipartimento di Fisica del Politecnico di Milano si è giunti a un risultato davvero rivoluzionario: progettare celle fotovoltaiche innovative e dotate di una flessibilità che consentirà anche di indossarle. Il segreto risiede nell’utilizzo della perovskite al posto del silicio per la produzione.

In buona sostanza questa scoperta avrà delle ricadute concrete sull’economia, sull’ambiente e sulle abitudini degli esseri umani. Grazie a questa ricerca, infatti, si potrà lavorare allo sviluppo e alla produzione di pannelli solari ancora più leggeri ed economici così da poter essere tranquillamente indossati o inseriti nei tessuti.

Questo significa che ogni essere umano che acquisterà tali abiti diventerà una piccola centrale in grado di produrre energia solare con estrema facilità. La diffusione di questa energia rinnovabile sarebbe garantita dall’abbattimento dei costi. Uno dei corollari da non sottovalutare sarebbero i benefici per l’ambiente.

Ultime Notizie