Stipendi dipendenti di Comuni, Regioni, Province, importi medi 2019. Ecco quanto guadagnano

di Chiara Compagnucci pubblicato il

I dati su quanto guadagnano i dipendenti di Regioni, Comuni, Città metropolitane e Province sono stati resi pubblici dalla Corte dei Conti.

Stipendi dipendenti di Comuni, Regioni,

Stipendi dipendenti pubblici Regioni, Comuni e Province

Saltano fuori i guadagni reali dei dipendenti pubblici di Comuni, Regioni, Città metropolitane e Province o, più precisamente, quanto pesano le casse dello Stato. Prima di entrare nei dettagli dell'analisi, riveliamo subito che per il quasi mezzo di assunti, il costo è di quasi un miliardo e mezzo di euro. Ad assorbire la quota maggiore, per via del maggior numero, sono ovviamente i Comuni con oltre 10 miliardi di euro pagati in stipendi.

A seguire ci sono i quasi 3 miliardi di euro spesi in un anno dalla regione italiani (Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Emilia-Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Molise, Piemonte, Puglia, Sardegna, Sicilia, Toscana, Trentino-Alto Adige, Umbria, Valle d'Aosta) e quindi il quasi un miliardo di euro di costi complessivi per saldare lo stipendio del personale di Province e Città metropolitane (Roma Capitale, Torino, Milano, Venezia, Genova, Bologna, Firenze, Bari, Napoli e Reggio Calabria).

Stipendi dipendenti pubblici Regioni, Comuni, Città metropolitane e Province

I dati su quanto guadagnano i dipendenti di Regioni, Comuni, Città metropolitane e Province sono stati resi pubblici dalla Corte dei Conti. I numeri sull'andamento della spesa per il personale degli enti territoriali sono stati messi uno dietro l'altro, ma è soprattutto dal confronto tra i vari anni che arrivano indicazioni interessati. Lo studio prende infatti in esame la fascia temporale tra il 2015 e il 2017, da cui emerge la difficoltà a contenere i costi nonostante il blocco dei concorsi per nuove assunzioni.

A oggi, la spesa media per dipendente regionale ammonta a 34.000 euro, quella per dipendente provinciale a 28.000 euro e quella per dipendente comunale a 27.000 euro. E poi ci sono le differenze di stipendio piuttosto evidenti in base alla qualifica ricoperta. La magistratura contabile rivela che la spesa media per il personale dirigente è di 94.000 euro nelle Regioni, di 84.000 euro nei Comuni, ma soprattutto 103.000 per quelle Province che sono state ridimensionate nelle funzioni esercitate, ma non nell'esistenza e né negli stipendi incassati dai piani alti.

La delibera della Corte dei conti sulla spesa per il personale

Tutti i dati sono contenuti nelle 222 pagine della delibera della Corte dei conti "Dirigente la spesa per il personale degli enti territoriali - Profili quantitativi e qualitativi della spesa per il personale di Regioni/Province autonome, Province/Città metropolitane e Comuni nel triennio 2014/2016" sull'andamento dei costi dei dipendenti pubblici, approvata dalla Sezione delle Autonomie.

Come spiegato dai giudici contabili, la spesa media è un indicatore significativo dell'evoluzione delle retribuzioni in relazione al numero dei dipendenti. In assenza di miglioramenti contrattuali dovrebbe rimanere stabile nel tempo e ritiene che sia da controllare l'aumento della spesa media associato alla diminuzione delle unità annue, "rivelatore dell'incompleto conseguimento di economie di spesa conseguenti alla riduzione del personale in servizio".

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sui diritti per i lavoratori per rimanere aggiornato su tutte le novità:
Seguici su Facebook, clicca su "Mi Piace":