Telefonate commerciali, nuovi prefissi. Ecco per chi, ma no call center. E nuove regole

Vi saranno due nuovi prefissi per le telefonate commerciali, ecco chi li dovrò usare, ma non i call center che potranno usare altri sistemi ancora. Ma ci sono nuove regole e cambiamenti anche per loro.

Telefonate commerciali, nuovi prefissi.

Un nuovo prefisso per riconoscere le chiamate commerciali: il numero inizierà con 0844

Arriva la svolta per le telefonate commerciali? Probabilmente sì e passa da un semplice accorgimento: l'individuazione di un prefisso unico. In buona sostanza quando sul display appare lo 0844 significa che la chiamata è di tipo pubblicitario. A quel punto il destinatario può decidere se rispondere o meno, se è interessato ad ascoltare una proposta commerciale o meno, se può dedicare tempo o meno. E per evitare di fare di tutta l'erba un fascio ecco che accanto allo 0844 introdotto per le chiamate commerciali, fa la sua comparsa anche il prefisso 0843 per le chiamate a scopo statistico. L'utilità è naturalmente la stessa: permettere di capire se si ha tempo (e voglia) di rispondere alla telefonata.Il prefisso 0844 individua le chiamate commerciali

A fissare questa svolta è stata l'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, anche se in realtà non si tratta altro che dell'applicazione di una legge già approvata ed è quindi la sua fase esecutiva. Per l'Agcom si tratta di un passaggio fondamentale perché tramite questo codice è possibile derivare gli ulteriori due prefissi per identificare e distinguere in modo univoco le chiamate telefoniche finalizzate ad attività statistiche da quelle finalizzate al compimento di ricerche di mercato e ad attività di pubblicità, vendita e comunicazione commerciale. Secondo l'Autorità le chiamate provenienti da soggetti che svolgono attività di call center deve essere sempre riconoscibile.E c'è anche un altro passaggio interessante: a differenza di quanto accade finora, sarà possibile richiamare i numeri da cui arrivano le telefonate promozionali. Dall'altra parte del filo non solo dovrà rispondere qualcuno, ma dovrà essere una persona in carne e ossa in grado di spiegare per filo e per segno le ragioni della telefonata.

Obbligo per i call center di adeguarsi

Stando alla legge in vigore, tutti gli operatori che svolgono attività di call center rivolte a numerazioni nazionali fisse o mobili devono garantire la piena attuazione dell'obbligo di presentazione dell'identificazione della linea chiamante. Da qui il passaggio esecutivo dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni dei due codici o prefissi specifici, per identificare e distinguere in modo univoco le chiamate telefoniche finalizzate ad attività statistiche da quelle finalizzate al compimento di ricerche di mercato e ad attività di pubblicità, vendita e comunicazione commerciale. A questo punto spetta ai call center adeguare tutte le numerazioni telefoniche utilizzate, anche delocalizzati, facendo richiesta di assegnazione delle relative numerazioni.