Efficienza per le aziende: gli appuntamenti con l'energia

Efficienza energetica significa impiegare l’energia nel migliore dei modi, riducendo dispersioni e costi. Gli interventi relativi rispondono a obblighi normativi finalizzati alla sua promozione. Scoprire quali sono i prossimi appuntamenti con l’energia, e gli attrezzi del mestiere, è fondamentale per far fronte agli obblighi di legge in materia.

RepowerRepowerRepower Repower Repower

Repower

Il monitoraggio dei consumi e l’analisi di efficienza degli impianti sono i primi passi che le aziende possono compiere per ridurre gli sprechi e limitare i costi di esercizio. Oltre a garantire un migliore e più consapevole utilizzo dell’energia, alcuni interventi di efficienza energetica rispondo anche a obblighi normativi. Scopriamo dunque insieme quali sono i prossimi appuntamenti con l’energia.

Diagnosi energetica, 5 dicembre 2019

Il 5 dicembre è la data ultima che le imprese hanno per presentare all’ENEA i risultati del proprio audit energetico. L’obbligo normativo previsto dal d.lsg.102/2014 - integrato dal d.lgs. 04/2016 - riguarda tutte le grandi imprese e le imprese energivore, esonerate invece le imprese che adottano uno dei sistemi di gestione volontaria (EMAS, ISO 50001, EN ISO 14001) a condizione che il sistema includa un audit energetico conforme ai criteri elencanti all’allegato 2 del d.lgs. 102/104.  La diagnosi energetica è una procedura sistematica tesa a ottenere un’adeguata conoscenza del profilo di consumo energetico di un edificio o gruppo di edifici, di un’attività, di un impianto commerciale o industriale. Descrivendo i flussi, l’audit energetico valuta gli interventi migliorativi, analizzandone costi e benefici e stimandone anche una scala di priorità.

La diagnosi energetica deve essere eseguita da esperti in gestione dell’energia (EGE) certificati secondo la Uni Cei 11339 da parte di organismi accreditati oppure da Auditor energetici (Ae) qualificati secondo la Uni Cei En 162475: 2015. FOCUS, il servizio di Repower, è la diagnosi energetica personalizzata sulle singole esigenze aziendali utile a capire come viene utilizzata l’energia in azienda. È fornita dalla ESCo di Gruppo certificata 11352, che si avvale di un gruppo di EGE certificati 11339 per la sottoscrizione di tutte le diagnosi rilasciate. I tecnici Repower esaminano le caratteristiche tecniche dell’azienda, effettuano un sopralluogo non invasivo - cioè senza interrompere l’attività - per osservare i processi produttivi, i macchinari e le abitudini di consumo. In seguito rilasciano la diagnosi energetica che descrive tutti gli interventi che l’azienda può effettuare per ridurre i consumi, completa di una valutazione di costi e benefici e di un’indicazione sui tempi di ritorno dell’investimento suggerito. Tutte le aziende che entrano a far parte dei segmenti suddetti devono presentare la prima diagnosi entro il 5 dicembre e successivamente ogni 4 anni.

Analisi termografica, 29 febbraio 2020

Altro appuntamento con l’energia da mettere in agenda è il 29 febbraio 2020, data in cui deve essere presentato all’INAIL il modello OT23, necessario per ottenere la riduzione del premio di autoliquidazione, che assegna un punto a ogni intervento di manutenzione effettuato e attribuisce alla sola termografia metà del punteggio richiesto. La termografia è una tecnica di analisi non distruttiva e non invasiva che si basa sulla misura delle radiazioni infrarosse. Eseguita sugli impianti elettrici permette di evidenziare i punti caldi anomali per identificare componenti a rischio o sotto eccessivo sforzo. VAMPA è il servizio di ispezione termografica che Repower svolge avvalendosi di tecnici certificati ISO 9712. Misura le temperature anomale indicative di cattivi funzionamenti senza interrompere il ciclo produttivo. Permette di intervenire prima che il guasto si manifesti apportando notevoli vantaggi sia in termini economici che di sicurezza sul lavoro. I rilievi termografici sono effettuati da personale Repower specializzato e vengono analizzati da tecnici che restituiscono una diagnosi completa evidenziando anomalie e priorità di interventi correttivi o confermando il buono stato degli impianti.