Aiuti per chi non riesce a pagare affitto casa 2020 per coronavirus

di Chiara Compagnucci pubblicato il
Aiuti per chi non riesce a pagare affitt

Affitto casa, aiuti per chi non riesce

La scelta dell'esecutivo è di consentire il congelamento dei pagamenti degli affitti. Il criterio seguito non è però quello del reddito o dell'Isee.

Non c'è solo l'emergenza sanitaria a lasciare il segno in questo giorni di diffusione del coronavirus. Perché c'è anche quella sociale che è strettamente legata a quella economica. E non si tratta (solo) delle ripercussioni che stanno subendo le grandi industrie, ma anche di quelle di cui sono alle prese i cittadini nella vita di tutti i giorni.

Il caso più lampante e per cui si è reso necessario un provvedimento governativo ad hoc è quello dell'impossibilità di fare fronte al pagamento dell'affitto della casa. Sono in tanti ad avere difficoltà a sbarcare il lunario e arrivare alla fine del mese con disponibilità economiche risicate e senza la possibilità di risparmiare.

Basta che la propria piccola attività si blocchi per qualche settimana ed ecco che i conti non tornano. Le restrizioni progressivamente introdotte dall'esecutivo fino ad arrivare alla serrata sull'intero territorio nazionale di tutte le attività non necessarie, come supermercati e farmacie, sta comportando enormi difficoltà.

Tra i provvedimenti pronti a entrare in vigore c'è allora quello di facilitare il pagamento degli affitti. Vediamo quindi nel dettaglio

  • Affitto casa, aiuti per chi non riesce a pagarlo
  • Aiuti per affitti non pagati

 

Affitto casa, aiuti per chi non riesce a pagarlo

La scelta dell'esecutivo per quanto riguarda gli affitti è di consentire il congelamento dei pagamenti. Il criterio seguito non è però quello solitamente applicato per provvedimenti di questo tipo. Non c'è alcun Isee da mostrare ovvero l'indicatore che misura reddito e patrimonio e non ci sono fasce di reddito da rispettare.

Saranno esentati dal versamento coloro che sono stati davvero colpiti dalla crisi. Si tratta in buona sostanza di coloro non ha fonti di reddito a sufficienza per rispettare la scadenza mensile per il pagamento.

Questo è un caso straordinario ed evidentemente temporaneo. Non va quindi confuso con quello di chi non riesce più a pagare l'affitto di casa e si chiede cosa fare. In questa situazione ci sono infatti possibilità per non passare alla cassa e non rischiare lo sfratto o il pignoramento.

Altre due circostanze differenti sono lo stop alle imposte sugli affitti commerciali non riscossi e i chiarimenti su cosa succede se l'inquilino non paga l'affitto al proprietario ma quest'ultimo è comunque chiamato a pagare le tasse come se avesse regolarmente riscosso la rata.

Aiuti per affitti non pagati

Non solo gli aiuti per non pagare l'affitto in via temporanea perché allo studio del governo ci sono anche disposizioni collegate alle possibili difficoltà di versamento degli affitti commerciali.

Più precisamente l'ipotesi è di congelare il pagamento delle imposte sui canoni non riscossi. L'obiettivo del governo è chiaro: evitare che i proprietari dei locali subiscano conseguenze economiche e fiscali aggiuntive dal mancato pagamento delle locazioni.

Su tutte valgono le parole del ministro dell'Economia Roberto Gualtieri che ha confermato di essere al lavoro per possibili soluzioni tecniche. Facciamo infine presente come sia allo studio l'opzione di trasformare in crediti d'imposta le imposte differite iscritte in bilancio da tutto il sistema produttivo.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sui diritti per i lavoratori per rimanere aggiornato su tutte le novità:
Ultime Notizie