Analisi rischio di evasione, nuovo metodo al via in lotta contro evasione

I contribuenti individuati in base alla procedura di analisi del rischio di evasione di cui al punto sono selezionabili per ordinarie attività di controllo.

Analisi rischio di evasione, nuovo metod

Come funziona analisi rischio di evasione


Nel mirino ci sono adesso le società di persone e le società di capitali, ma non è da escludere che questo provvedimento dell'Agenzia delle entrate possa essere anticipatorio del coinvolgimento dei liberi professionisti. Di certo c'è che il fisco ha fissato le disposizioni di attuazione per l'avvio della fase di sperimentazione della procedura di analisi del rischio di evasione per le società con l'utilizzo delle informazioni comunicate all'Archivio dei rapporti finanziari. Non si tratta di una notizia che arriva inattesa perché il rapporto tra evasione fiscale e analisi del rischio con tanto di incrocio dei movimenti sui conti correnti è sempre stato centrale nelle strategie dell'Agenzia delle entrate.

Come funziona analisi rischio di evasione

In sintesi, l'obiettivo dell'Agenzia delle entrate è individuare le società di persone e di capitali che, pur esibendo conti correnti movimenti in accredito, sono a rischio evasione fiscale. I contribuenti individuati in base alla procedura di analisi del rischio di evasione di cui al punto sono potenzialmente selezionabili per ordinarie attività di controllo. Per ogni posizione segnalata è comunicata l'informazione sui conti correnti e sul totale aggregato dei saldi e dei movimenti dei rapporti finanziari, oltre agli ulteriori elementi presenti in Anagrafe tributaria.

Decisivo l'Archivio dei rapporti finanziari

Alla base di questa mossa c'è l'obbligo per gli operatori finanziari di comunicare all'Archivio dei rapporti finanziari le movimentazioni che hanno interessato i rapporti finanziari e ogni informazione necessaria ai fini dei controlli fiscali. In particolare, viene stabilito che le informazioni comunicate all'Archivio dei rapporti finanziari possano essere utilizzate dall'Agenzia delle entrate per le analisi del rischio di evasione. Da qui l'elaborazione di una procedura sperimentale di analisi del rischio di evasione per le società di persone e le società di capitali mediante l'utilizzo integrato delle informazioni comunicate dagli operatori all'Archivio dei rapporti finanziari e degli altri elementi presenti in Anagrafe tributaria.

Con l'aiuto di questa procedura di analisi sono state individuate le società di persone e le società di capitali per le quali, pur risultando sui conti correnti movimenti in accredito secondo le informazioni comunicate all'Archivio dei rapporti finanziari, è stata omessa la presentazione della dichiarazione ai fini delle imposte dirette e ai fini Iva o, nel caso di avvenuta presentazione, non sono stati indicati i dati contabili più importanti. Allo scopo di effettuare un riscontro dell'efficacia del modello di analisi, le posizioni selezionate sono trasmesse alle Direzioni provinciali competenti per le valutazioni relative all'avvio di ordinarie attività di controllo.