Assegni familiari, le regole nuove, aggiornate e in vigore da questa estate

di Marianna Quatraro pubblicato il
Assegni familiari, le regole nuove, aggi

Assegni familiari novita Luglio 2019 importi domanda

Come cambiano le regole per gli assegni familiari 2019 e modalità per presentare domanda: requisiti richiesti per farla

Cambiano le regole per la richiesta degli assegni familiari a partire da quest'anno. Vediamo quali sono le novità e quali sono le procedure per fare domanda online per avere l'assegno familiare 2019.

Assegni familiari 2019: nuove regole da luglio

Per ricevere gli assegni familiari dal primo luglio 2019 al 30 giugno 2020 bisogna presentare la domanda con modello ANF/DIP (SR 16) all'Inps e non è più possibile presentare la domanda cartacea ai datori di lavoro. Da luglio 2019 tutti i lavoratori dipendenti del settore privato che fino al 31 marzo 2019 hanno presentato la domanda per gli ANF- Assegni per il Nucleo Familiare, al datore di lavoro attraverso il modello cartaceo ANF DIP devono presentare domanda per gli assegni familiari solo in via telematica.

Una volta presentata la domanda, l’Inps, in base ai redditi, calcola l’importo dell’assegno da erogare. Per il pagamento degli assegni familiari, i livelli di reddito familiare vengono rivalutati ogni anno, con effetto dal primo luglio di ogni anno, in misura pari alla variazione dell'indice dei prezzi Istat al consumo per le famiglie di operai e impiegati.

Domanda assegni familiare: come fare

Per presentare domanda per gli assegni familiari è possibile rivolgersi solo a Patronati o presentare domanda online all’Inps accedendo alla voce Prestazioni e seguendo la procedura. Dallo scorso mese di aprile, è disponibile il nuovo servizio online per l’invio delle domande per l’assegno familiare che fino ad ora i lavoratori hanno presentato direttamente ai propri datori di lavoro tramite modello ANF/DIP (cod. SR16).

Ora, invece, stando alle regole aggiornate 2019, le domande per percepire gli assegni familiari si devono presentare direttamente all’Inps solo in modalità telematica ad eccezione delle domande da parte degli operai agricoli a tempo indeterminato (OTI).

Solo questa categoria di lavoratori ha, infatti, ancora la possibilità di presentare domanda per l’assegno familiare in modalità cartacea al proprio datore di lavoro e sempre tramite modello ANF/DIP (cod. SR16) che è disponibile sul sito dell’Istituto.

L’Inps ha, inoltre, comunicato i nuovi livelli reddituali per il periodo compreso tra il primo luglio 2019 e il 30 giugno 2020 per l’erogazione degli assegni familiari. Le tabelle con i nuovi livelli reddituali e gli importi mensili della prestazione si possono consultare direttamente sul sito Inps.

Assegni familiari: requisiti richiesti

Per poter presentare domanda per ricevere gli assegni familiari i requisiti richiesti sono:

  1. essere titolare di reddito da lavoro dipendente;
  2. essere titolare di reddito da pensioni;
  3. essere lavoratori assistiti dall’assicurazione contro la tubercolosi.

La somma dell’assegno familiare dipende dal reddito percepito e gli importi sono decrescenti in base agli scaglioni di reddito. Più è alto il reddito meno è cospicua la somma dell’assegno familiare fino al suo azzerarsi una volta superate le soglie di reddito previste in base alla tipologia familiare.
Per alcuni nuclei familiari, come quelli con componenti disabili o nuclei monoparentali, sono previsti somme più alte.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sui diritti per i lavoratori per rimanere aggiornato su tutte le novità: