Assemblee condominio, le nuove regole per il coronavirus anche in Fase 2

di Marianna Quatraro pubblicato il
Assemblee condominio, le nuove regole pe

Assemblee condominio nuove regole coronavirus Fase 2

Come fare le assemblee di condominio a distanza ai tempi del coronavirus: le regole da seguire nella fase 2 per evitare assembramenti

Quali sono le nuove regole per le assemblee di condominio nella Fase 2 coronavirus? Per evitare assembramenti in assemblee di condominio nel corso della Fase 2 di contenimento dell’emergenza coronavirus sono state stabilite nuove regole. Vediamo quali sono.

  • Assemblee condominiali fase 2 coronavirus regole per convocazione
  • Nuove regole assemblee condominiali fase 2 coronavirus

Assemblee condominiali fase 2 coronavirus regole per convocazione

La necessità di definire nuove regole per la convocazione delle assemblee condominiali nel corso della fase 2 dell’emergenza coronavirus nasce dal divieto di convocare secondo le tradizionali modalità i condomini in assemblea.

Bisogna evitare assembramenti, da una parte, ma bisogna, dall’altra parte, anche approvare rendiconti e preventivi di spesa, prendere le necessarie decisioni relative alla manutenzione straordinaria, pur se non urgente, e discutere delle agevolazioni fiscali in scadenza a fine anno, come bonus facciate.

Come fare? L’unica possibilità per organizzare un‘assemblea di condominio è quella di ricorrere alla videoconferenza.

Il governo ha, infatti, precisato che le assemblee condominiali sono ancora vietate nelle consuete modalità di convocazione ma si possono tenere a distanza, per esempio tramite pc, tablet e smartphone, avendo una buona connessione Internet, anche se si tratta di una modalità di assemblea che potrebbe non risultare semplice per i condomini di età più avanzata.

Per poter svolgere assemblee condominiali online a distanza è necessaria una piattaforma specifica e ne sono disponibili diverse al momento, da Skype a Google Meet inclusa nelle Gsuite di Google, a Zoom, allo stesso Facebook, luoghi di incontro virtuale dove è possibile svolgere assemblee condominiali in streaming video.

Grazie a questi sistemi, l’amministratore di condominio invia le convocazioni ai condomini in automatico direttamente inviandoli agli indirizzi email forniti dagli stessi condomini. La convocazione via mail al pari di una normale convocazione riporta:

  • data;
  • orario;
  • luogo dell’assemblea;
  • link e credenziali di accesso al sistema.

Tocca poi allo stesso sistema controllare in tempo reale gli accessi per comunicare al presidente dell’assemblea in tempo reale il quorum dei condomini collegati online che è fondamentale per dichiarare la validità della convocazione dell’assemblea.

Nuove regole assemblee condominiali fase 2 coronavirus

Le nuove regole per lo svolgimento delle assemblee condominiali nel corso della fase 2 dell’emergenza coronavirus sono le seguenti:

  • convocazione online dell’assemblea;
  • svolgimento dell’assemblea condominiale in videoconferenza;
  • convocazione dell’assemblea in un luogo fisico, che generalmente è la sede dell’amministratore da indicate nell’avviso di convocazione della stessa assemblea;
  • evitare di creare disparità ai condomini di partecipazione in videoconferenza, per cui tutti devono essere informati della convocazione e tutti devono avere una connessione internet;
  • verbalizzare il resoconto dell’assemblea riportando dichiarazioni e voti dei partecipanti, come se la riunione si fosse svolta alla presenza fisica di tutti i condomini.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sui diritti per i lavoratori per rimanere aggiornato su tutte le novità:
Ultime Notizie