Bonus 600-1000 euro Maggio-Giugno automatico o chi deve fare domanda partite iva, professionisti, cococo, collaboratori sportivi

di Chiara Compagnucci pubblicato il
Bonus 600-1000 euro Maggio-Giugno automa

Bonus 600-1.000 euro è automatico

Coinvolti liberi professionisti e con rapporto di collaborazione coordinata e continuativa, autonomi iscritti alle Gestioni speciali dell'Ago, stagionali del turismo e, agricoli, dello spettacolo.

Arrivano nuovi chiarimenti dell'Inps sui bonus di 600 e 1.000 euro che saranno erogati nei mesi di maggio e giugno. L'Istituto di previdenza precisa infatti chi dovrà fare richiesta e chi invece riceverà l'indennità in automatica.

Ma in prima battuta precisa quali sono le categorie coinvolte. Da una parte rientrano infatti liberi professionisti e lavoratori con rapporto di collaborazione coordinata e continuativa, lavoratori autonomi iscritti alle Gestioni speciali dell'Ago (artigiani e commercianti), lavoratori stagionali del turismo e degli stabilimenti termali, lavoratori agricoli, lavoratori dello spettacolo.

E dall'altra, lavoratori stagionali, lavoratori intermittenti, lavoratori autonomi occasionali, lavoratori incaricati alle vendite a domicilio.

Il punto di partenza è rappresentato dal decreto Rilancio ovvero dal documento governativo che stabilisce l'erogazione dell'indennità per quei lavoratori che hanno affrontato disagi economici per via della diffusione del coronavirus.

Di conseguenza si tratta di agevolazioni economiche concesse una tantum che non avranno alcun seguito. Vediamo quindi

  • Bonus 600-1.000 euro è automatico o serve domanda
  • Chi deve fare domanda bonus 600-1.000 euro

Bonus 600-1.000 euro è automatico o serve domanda

L'Inps chiarisce che la ricezione del bonus di 600 euro è automatica ovvero non servono domanda per le categorie di lavoratori che hanno già presentato la richiesta per la prima indennità.

Sono coinvolti liberi professionisti e lavoratori con rapporto di collaborazione coordinata e continuativa, lavoratori autonomi iscritti alle Gestioni speciali dell'Ago (artigiani e commercianti), lavoratori stagionali del turismo e degli stabilimenti termali, lavoratori agricoli.

Tutti loro saranno destinatari del bonus e vedranno accreditato il pagamento secondo le modalità indicate nella domanda presentata per la prestazione relativa al mese di marzo. 

Confermate le incompatibilità con il trattamento ordinario di integrazione salariale, l'assegno ordinario e il trattamento di cassa integrazione salariale in deroga così come con il reddito di cittadinanza.

Chi deve fare domanda bonus 600-1.000 euro

Le categorie di lavoratori che devono presentare domanda per il bonus di 600 euro sono i lavoratori dello spettacolo e coloro che sono titolari di assegno ordinario di invalidità. In particolare, si fa riferimento ai lavoratori iscritti al Fondo pensioni Lavoratori dello spettacolo con almeno 7 contributi giornalieri versati nel 2019 per un reddito fino a 35.000 euro.

Per quanto riguarda i titolari di assegno ordinario di invalidità, viene prevista la compatibilità con l'indennità da coronavirus.

E devono naturalmente presentare domanda tutti coloro che non l'hanno fatto in relazione al primo bonus, ma sarà necessario farlo una sola volta per le tre indennità di marzo, aprile e maggio.

Possono farlo accedendo al servizio dedicato con modalità di identificazione facilitate rispetto al regime ordinario ovvero con Pin rilasciato dall'Inps, con Spid di livello 2 o superiore, con Carta di identità elettronica 3.0 e con Carta nazionale dei servizi.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sui diritti per i lavoratori per rimanere aggiornato su tutte le novità:
Ultime Notizie